Cronaca

Va a votare a 101 anni con una lente di ingrandimento: “Così vedo meglio dove mettere la X sulla scheda”

Maria Luisa, sorride dopo aver espresso la propria preferenza per le elezioni politiche nel Municipio I di Roma

Maria Luisa è una donna di 101 anni che si è presentata al seggio con una lente d’ingrandimento per votare meglio e apporre con sicurezza la croce sul simbolo giusto. La donna, che per la prima volta ha votato nel 1946 per la Costituente, ha cercato sempre di andare a votare.

Va a votare a 101 anni con una lente di ingrandimento

Ho fatto il mio dovere di cittadina. Con la lente vedo meglio dove mettere la x con la matita. Sa, la vista e l’udito non sono più quelli di una volta“. Maria Luisa, 101 anni compiuti lo scorso 5 settembre, sorride dopo aver espresso la propria preferenza per le elezioni politiche nel Municipio I. “La prima volta che ho potuto votare era nel ’46 per la Costituente e per il referendum tra Monarchia e Repubblica. Poi, compatibilmente con la salute, ho cercato sempre di andare“.

Una vita da casalinga dedicata alla famiglia: tre figli, quattro nipoti e tre pronipoti. Lo scorso giugno ha detto addio al marito Pietro dopo 73 lunghissimi anni di matrimonio. “Il nostro segreto? Ai miei tempi quando le cose non funzionavano, si cercava di aggiustarle, non di buttarle via. Ci siamo amati e rispettati dal primo all’ultimo giorno“. Come tanti altri romani, l’attesa per entrare nel seggio è stata un po’ lunga. “Questa è una bella notizia, vuol dire che c’è affluenza“. Sì, anche se poi molte code si sono create per la lentezza della nuova procedura con il tagliando antifrode da staccare prima di inserire la scheda nell’urna.

Maria Luisa, conclude l’intervista a Repubblica con un “il voto è segreto“.

Articoli correlati

Back to top button