15 agosto 1769, nasceva Napoleone Bonaparte: il flagello d’Europa

15-agosto-1769-napoleone-bonaparte

15 agosto 1769, nasceva Napoleone Bonaparte. Gli storici concordano su un punto: l'Europa, senza di lui, non sarebbe quella che conosciamo

15 agosto 1769, nasceva Napoleone Bonaparte: il flagello d’Europa. “Il mostro”, il “distruttore”, il “piccolo caporale”, sono solo alcuni dei suoi soprannomi ma, al di la degli appellativi, gli storici concordano su un punto: l’Europa, senza di lui, non sarebbe quella che conosciamo.

15 agosto 1769, nasceva Napoleone Bonaparte

Accentratore, riformatore, innovatore, condottiero, stratega, generale, in una parola: Napoleone. La Parigi moderna conserva ancora la sua effige in molte zone, lungo strade e ponti, perchè la Francia non lo ha mai dimenticato veramente, e mai lo farà.

La sua forza era il rapporto umano e diretto con i suoi soldati, che lo seguivano con devozione come se fosse un dio, oltre che il loro comandante. Napoleone aveva un’ascendente unico sulle sue truppe, le galvanizzava, e questo fu uno dei principali motivi dei suoi successi.

Uomo dal carisma unico, e dall’ambizione smisurata, fu il terrore dell’Europa per un ventennio. Nemmeno di fronte alla sconfitta si arrese mai, ma non sono solo le conquiste militari a fare di questo piccolo generale un personaggio unico.

Le riforme

Una delle riforme volute da Napoleone fu quella della scuola, in base alla quale vi era una netta suddivisione tra il sapere teorico dei licei, che dovevano formare la nuova classe dirigente, e le scuole tecniche, il tutto finalizzato alla distinzione delle tipologie scolastiche e della formazione.

Altra sua riforma fu l’adozione di un nuovo tipo di moneta metallica, il franco: il popolo sentiva la necessità di una moneta che avesse valore nominale. Il nuovo franco fu una moneta che conteneva al suo interno una certa quantità di metallo pari al valore impresso.

Nel 1804, infine, la riforma forse più significativa: il codice civile. Il vecchio codice prevedeva una serie di provvedimenti risalenti a diverse epoche storiche, che prevedevano pene ormai cadute in disuso e diverse da regione a regione. Il nuovo codice civile racchiudeva, invece, leggi sulla compravendita e su ogni aspetto giuridico della vita.

 

TAG