Almanacco

29 luglio 1954: 67 anni fa Tolkien pubblicò “Il Signore degli Anelli”

Una storia fatta di Elfi, uomini, nani e hobbit: tutti protagonisti delle cronache della Terra di Mezzo, tutti pronti a combattere contro Sauron e a fronteggiare gli anelli del potere

Era il 29 luglio 1954 quando, John Reuel Tolkien, pubblicò per la prima volta Il Signore degli Anelli: oggi sono passati esattamente 65 anni da quell’evento. Il Signore degli Anelli può reputarsi, ancora oggi, come il miglior libro del genere letterario fantasy.

Una storia fatta di Elfi, uomini, nani e hobbit: tutti protagonisti delle cronache della Terra di Mezzo, tutti pronti a combattere contro Sauron e a fronteggiare gli anelli del potere. Uno in particolare era l’anello, quello che Frodo erediterà poi dallo zio Bilbo.

67 anni fa Tolkien pubblicò per la prima volta “Il Signore degli Anelli”

Il Signore degli Anelli parla di un mondo che mai nessuno aveva conosciuto prima di quel fatidico 29 luglio 1954, un mondo che è stato raccontato anche in altre opere di Tolkien, per spiegare le origini della Terra di Mezzo e delle sue creature.

J.R.R.Tolkien era uno scritto inglese, nativo del Sudafrica, che ebbe il coraggio di rivisitare l’antica mitologia scandinava. Studioso, scrittore e maestro di filologia, Tolkien fu anche in grado di creare una lingua artificiale, il quenya, cioè la lingua elfica ispirata al finlandese.

Pubblicato a luglio del 1954 dall’editore George Allen & UnwinIl Signore degli Anelli esce suddiviso in tre libri (La compagnia dell’anelloLe due torri e Il ritorno del re), sia per le difficoltà di reperire la carta, sia per tenere basso il prezzo dell’opera.

Il romanzo, tradotto in 38 lingue, diventa presto una pietra miliare della letteratura fantasy, ispirando tutta la produzione successiva e diverse trasposizioni cinematografiche, teatrali, insieme all’industria dei giochi di ruolo e dei videogiochi legati al genere fantasy.

Famosa la trilogia portata al cinema dal regista neozelandese Peter Jackson (2001-2003), che complessivamente porta a casa 17 premi Oscar. Il terzo capitolo, Il Ritorno del Re, con 11 statuette diventa il film premiato con il maggior numero di premi Oscar, eguagliando il primato dBen-Hur e Titanic.

Mostra di più

Pasquale De Prisco

Nato a Napoli il 16 maggio 1986 e residente a Pagani (Sa). Laurea triennale in Lettere presso Università degli Studi di Salerno. Laurea Magistrale in "Informazione, Editoria, Giornalismo" presso Università degli Studi Roma Tre. Ho collaborato con i quotidiani "Le Cronache" e "La Città". Ho lavorato per "MediaNews24", "Blasting News". Blogger del sito "La Puteca di Pakos".

Articoli correlati

Pulsante per tornare all'inizio