Cronaca

Afghanistan: i talebani sono entrati a Kabul

Nella capitale afghana si sentono spari e sono in corso combattimenti

Afghanistan: i talebani sono entrati a Kabul. Il principale corrispondente di Skynews, Stewart Ramsay, riporta di spari nella Capitale e combattimenti in corso. Ramsay riporta anche notizie non confermate secondo cui il palazzo presidenziale sarebbe in lockdown.

Talebani arrivano a Kabul: presa anche la città di Jalalabad

I talebani erano già arrivati a Jalalabad, l’ultima grande città dell’Afghanistan. Lo apprende l’Afp da un residente che ha confermato una rivendicazione sui social media fatta dai talebani. “Ci siamo svegliati questa mattina con le bandiere bianche dei talebani in tutta la città. Sono entrati senza combattere“, ha detto la fonte. I talebani sono entrati a Jalalabad, nell’Afghanistan orientale, domenica mattina, senza colpo ferire, hanno confermato i residenti.

Gli insorti hanno rivendicato l’azione: “Pochi istanti fa, i mujaheddin sono entrati a Jalalabad, la capitale della provincia di Nangarhar. Tutti i quartieri sono ora sotto il loro controllo“, ha detto Zabihullah Mujahid, uno dei loro portavoce. Restano sotto il controllo del governo una manciata di città minori, sparse e lontano dalla capitale, e senza grande valore strategico. In soli dieci giorni i talebani hanno preso il controllo della maggior parte del Paese raggiungendo le porte di Kabul, ora completamente circondata.

Chiesto il rimpatrio dalle ambasciate

Già ieri era iniziata l’evacuazione del personale delle ambasciate. Anche l’Italia ha chiesto il rimpatrio per tutti i cittadini italiani che si trovano in Afghanistan predisponendo un ponte aereo: il volo partirà questa sera alle 21.30 dall’aeroporto di Kabul così come comunicato in una mail inviata proprio dall’ambasciata italiana: “Facendo seguito agli inviti formulati a lasciare il Paese – si legge – visto il grave deterioramento delle condizioni di sicurezza, viene messo a disposizione dei cittadini italiani un volo dell’Aereonautica militare nella giornata di oggi 15 agosto alle ore 21.30 circa dall’aeroporto di Kabul“.

Anche lo staff della stessa ambasciata lascerà l‘Afghanistan per volare verso l’Italia, una piccola rappresentanza del personale diplomatico resterà all’aeroporto dove ci saranno i presidi delle varie ambasciate internazionali. L’iter di rientro degli italiani da Kabul verrà seguito dal ministro degli Esteri Luigi Di Maio.

Continua il ritiro delle truppe Usa

Intanto 5mila soldati garantiranno l’evacuazione degli americani che lasceranno il Paese entro fine mese e il ritiro (previsto entro il 31 agosto) non subirà ripensamenti. Il capo della Casa Bianca ha poi avvertito i talebani: se metteranno a rischio il personale Usa o la missione diplomatica, “riceveranno una rapida e forte risposta militare“.

Articoli correlati

Back to top button