Cronaca

Calci e pugni in una palestra di Pescara: l’aggressione shock di un 50enne ad una 25enne

Una violenza inaudita, secondo una prima ricostruzione, per futili motivi

Calci e pugni in una palestra di Pescara: l’aggressione shock di un 50enne verso un 25enne, tanto da far finire la giovane in ospedale dove è ricoverata. Una violenza inaudita, secondo una prima ricostruzione, per futili motivi.

Pescara, aggressione shock in una palestra

Una violenza inaudita che ha dell’incredibile. Non si conoscono ancora le dinamiche di quanto avvenuto ma pare che all’interno di una palestra sia scoppiata una rissa tra una ragazza di 25 anni e un uomo di 50. Si ipotizza per futili motivi.

L’uomo si è avventato contro la donna, prima colpendola con un manubrio al collo, poi quando la donna è riuscita a spostarsi, il 50enne l’ha atterrata con un pugno. Tanto che è stato necessario il trasporto in ospedale.

I soccorsi

A porre fine alla violenza un istruttore, che però non gli ha impedito di sferrare un calcio all’indirizzo della ragazza. L’ultimo atto di violenza è stato poi il lancio del manubrio che per fortuna la 25enne riesce a schivare. Tutto è accaduto in pochi minuti fino all’arrivo dei carabinieri che, dopo aver liberato la donna, hanno accompagnato il suo aggressore in caserma.

La ragazza, per precauzione, è stata ricoverata in ospedale per valutare i danni dell’aggressione ma per fortuna non sembra in gravi condizioni. L’uomo, invece, è stato denunciato.

Articoli correlati

Back to top button