Cronaca

Aiuto al suicidio: nonostante le intenzioni del paziente, la scelta resta al medico

All’indomani del pronunciamento della Consulta in merito alla legge sull’aiuto al suicidio, la mancata punibilità non crea obblighi al medico, a cui spetta la decisione di accontare o meno l’ultimo desiderio del paziente.

Legge sull’aiuto al suicidio: la decisione spetta al medico

Il pronunciamento della consulta in merito all’articolo 580 del Codice penale, che punisce l’istigazione o l’aiuto al suicidio con pene tra i 5 e i 12 anni di carcere, la Consulta ha espresso alcune precisazioni.

Nessun obbligo

La mancata punibilità, infatti, non costituisce alcun obbligo per il medico, alla cui coscienza viene affidata la scelta di esaudire o meno il desiderio del paziente.

La posizione della Fnomceo

A parlare della posizione della Federazione Nazionale degli Ordini dei Medici Chirurghi è stato il presidente Filippo Anelli, che ha riassunto la linea emersa a Parma all’interno della Consulta di Bioetica della Federazione

Il medico non abbandonerà mai a se stesso il paziente, assicurerà sempre le cure si palliative per contenere il dolore sino alla sedazione profonda e sarà presente fin dopo il decesso, che certificherà, ma non compirà l’atto fisico di somministrare la morte. Il suicidio assistito non deve essere necessariamente medicalizzato: ciò non toglie che il professionista continuerà a restare vicino al malato in tutte le fasi che il diritto all’autodeterminazione gli consente, fino a dopo la morte, certificandola.

Una sentenza storica

La sentenza della Consulta ha messo fine al procedimento contro l’esponente dei Radicali Marco Cappato, imputato nel processo per la morte di Dj Fabo.



Un iter complicato

Già nell’ottobre 2018, un’altra udienza si era conclusa con un’ordinanza dei giudici costituzionali attraverso cui si dava al Parlamento quasi un anno di tempo per colmare il vuoto normativo, e produrre una legge sul fine vita. Ma da allora nessun passo è stato fatto.

Emanuela Dente

Personalità eccentrica e geniale, e giornalista attenta e scrupolosa. La sua innata curiosità le consente di vivere ogni esperienza in pieno, acquisendo conoscenze e capacità molto rapidamente. La sua vita è una grande avventura. La sua passione è un dono immenso

Articoli correlati

Back to top button