Cronaca

Uccide i 2 figli e poi si suicida, la compagna di Alessandro Pontin: “Non giudicate”

Luciana, la compagna del 49enne Alessandro Pontin che ha ucciso i 2 figli a coltellate, ha lasciato un messaggio sui social network, diventato presto virale

Luciana, la compagna del 49enne Alessandro Pontin che ha ucciso i 2 figli a coltellate, e poi si è tolto la vita, ha lasciato un lungo messaggio sui social network in cui invita le persone a “non giudicare”.

Alessandro Pontin, la compagna: “Non giudicate il suo è stato un fulmine devastante”

“Amo un uomo da sei mesi  e non tornerà più a casa. Il suo gesto è stato un fulmine devastante: uccidere i figli e se stesso. Cosa possono donare i giudizi? Sono colpevole d’amore. Pace per tutti. I processi li lascio a voi persone sapienti. Grazie a tutti coloro che mi sono vicini”.

Lo scrive sui social Luciana, la nuova compagna di Alessandro Pontin, l’uomo di 49 anni che stanotte ha assassinato i figli a coltellate e si è ucciso a Trebaseleghe (Padova).


alessandro-pontin-trebaseleghe-omicidio-20-dicembre
Il 49enne Alessandro Pontin

Il suo post  – pubblicato dal giornalista Gian Pietro Fiore, è diventato virale in un batter d’occhio. La donna ha citato un passo del Vangelo secondo Matteo: “Gesù: non giudicate acciocché non siate giudicati”.


Leggi anche: Chi era Alessandro Pontin, l’uomo che ha ucciso i 2 figli 

 

Articoli correlati

Back to top button