Cronaca

Alessia Pifferi ha mentito: sapeva perfettamente chi è il padre di Diana, morta di stenti a 18 mesi

Scoperto chi è il padre di Diana, la bimba di soli 18 mesi lasciata morire di stenti a Milano dalla madre Alessia Pifferi: cosa sappiamo

Alessia Pifferi ha mentito: conosceva perfettamente chi era il padre della piccola Diana, la bimba morta di stenti a soli 18 mesi a Milano. La 37enne ha confessato ai propri legali l’identità del padre della bimba. Eppure, fino a quel momento, la 37enne ha sempre dichiarato agli inquirenti di non conoscere l’uomo e di aver partorito in casa a 7  mesi per nascondere la gravidanza al compagno di Leffe.

Diana morta a Milano, Alessia Pifferi sapeva chi era il padre

Ancora non si conoscono le motivazioni per cui la Pifferi abbia mentito sulla conoscenza del padre. Tuttavia, gli investigatori si sono già attivati per scoprirlo. Con ogni probabilità l’uomo verrà contattato nei prossimi giorni dagli inquirenti che vogliono verificare se la versione della Pifferi combaci.


 

alessia pifferi figlia
La 37enne Alessia Pifferi

 

Alessia Pifferi rischia l’ergastolo per aver lasciato morire la figlia Diana

Alessia Pifferi, la donna di 37 anni che si trova in carcere per aver lasciato morire di stenti la figlia di 18 mesi Diana, rischia una pena esemplare che va dai 20 anni all’ergastolo. La donna si trova in regime di sorveglianza speciale per evitare che compi atti di autolesionismo o tenti il suicidio. È detenuta al carcere di San Vittore. Per il momento non le è stata riconosciuta la premeditazione.

Negli ultimi 15 giorni Alessia era sempre assente

Negli ultimi quindi giorni Alessia Pifferi era sempre assente: al telefono non rispondeva quasi mai e neanche chiamava. “Quando era via non chiamava quasi mai, ma io credevo avesse sempre la bimba con sé”, precisa la nonna di Diana. Dopo l’arresto né la madre né la sorella ha chiesto di poter sentirla. Così come il compagno: l’avvocato Solange Marchignoli a Fanpage.it ha spiegato che l’uomo da quando è uscita la notizia dell’arresto non risponde al telefono. Qualche giorno fa – già in carcere – Alessia Pifferi ha chiamato una volta la madre: “Le ho anche risposto male. Ad oggi non ne vogliamo sapere di lei. Mia figlia è una pazza”.

 

Articoli correlati

Back to top button