Cronaca

Anonymous manda in tilt i taxi di Mosca: centinaia chiamati allo stesso indirizzo

L’aggregatore Yandex Taxi ha parlato di "tentativo da parte di aggressori di interrompere il servizio"

Un attacco hacker di Anonymous ha mandato in tilt la più grande compagnia di taxi di Mosca. I taxisti si sono recati tutti allo stesso indirizzo creando un grosso ingorgo. A essere oggetto dell’attacco Yandex Taxi, un’app russa simile a Uber che consente agli utenti di ordinare i taxi per raggiungere la loro posizione.

Anoymous manda in tilt i taxi di Mosca

Come spiegato a Forbes.ru, un “malfunzionamento” ha fatto sì che a tutti i tassisti collegati all’aggregatore Yandex Taxi ricevessero la stessa chiamata. Il comunicato stampa parla anche di un “tentativo da parte di aggressori di interrompere il servizio”. Tentativo riuscito, sembrerebbe, vedendo le immagini di quella che è una delle principali strade di Mosca del tutto bloccate per almeno 40 minuti.

Taxi sotto attacco a Mosca, il video

La società ha poi confermato l’incidente in una dichiarazione. “La mattina del 1 settembre, Yandex Taxi ha riscontrato un tentativo da parte di aggressori di interrompere il servizio: diverse dozzine di conducenti hanno ricevuto ordini all’ingrosso nella regione di Fili”, ha affermato la società nella dichiarazione a Forbes.ru. Con le sue otto-dieci corsie, la Kutuzovsky Prospekt è raramente inceppata. Tuttavia, i conducenti hanno trascorso circa 40 minuti nel traffico a causa dei falsi ordini di ritiro.

Caccia agli hacker

La compagnia ha affermato che il suo dipartimento di sicurezza “ha immediatamente interrotto i tentativi di ordinare artificialmente i taxi“. Tuttavia, questo non è stato sufficiente per fermare la situazione di stallo. I filmati da Mosca hanno mostrato lo stallo. Il video dall’interno di uno dei taxi mostrava dozzine di auto gialle che si muovevano a malapena, tutte puntate nella stessa direzione. Nessuno si è preso la responsabilità dell’hacking, ma arriva mentre le forze di Vladimir Putin continuano la loro invasione della vicina Ucraina.

Articoli correlati

Back to top button