Cronaca

Anziana uccisa a Milano, confessa uno dei killer: “quando non urlava più abbiamo capito che era morta”

Uno dei due presunti killer della 90enne Fernanda Cucchi ha confessato agli inquirenti spiegando passaggio per passaggio quanto è successo quel pomeriggio

Anziana uccisa a Milano, uno dei presunti killer confessa l’omicidio: “Quando la signora ha smesso di urlare, ho capito che era morta” avrebbe detto agli inquirenti Mario Abraham Calero Ramirez, 44 anni, che insieme a Abraham Calero Ramirez ha organizzato la rapina, finita poi nel sangue, della vicina di casa Fernanda Cocchi.

Anziana uccisa a Milano: la confessione del killer svela la dinamica del delitto

Gli inquirenti non hanno più dubbi: si è trattato di un agguato premeditato. I due sono stati fermati già il giorno successivo l’omicidio e hanno rivelato agli agenti della Squadra Mobile di Milano, coordinata dal dirigente Marco Calì, e agli inquirenti i particolari sull’omicidio. Durante il primo interrogatorio di convalida del fermo davanti al giudice per le indagini preliminari Anna Calabi però i due, difesi dagli avvocati Giuseppe Frojo ed Emanuele Di Salvo, si sono avvalsi della facoltà di non rispondere. Poche ore dopo si è deciso per la convalida del fermo.

Secondo quanto si legge nel provvedimento e come riporta Il Giorno, i due hanno agito proprio con il proposito di uccidere: “Gli indagati sono soggetti proclivi a commettere ogni reato a scapito della vita umana: essi non si sono fermati a una rapina in casa di un’anziana che, vista l’età e le condizioni di particolare fragilità, non avrebbe potuto opporre resistenza, ma hanno agito con il proposito di ucciderla e poi di appropriarsi dei pochi beni che aveva“.

L’anziana uccisa con un coltello

Calero Ramirez ha raccontato di avere incontrato l’amico Gabriel Velasco e di aver spiegato al conoscente che nel suo stesso palazzo abitava una signora di 90 anni a cui le si poteva prendere dei soldi. Calero Ramirez poi spiega che attorno allo 14 è entrato nello stabile accostando ogni porta per fare entrare anche l’amico: i due hanno poi coperto con uno scontrino che avevano in tasca lo spioncino della porta di Fernanda Cocchi prima di mettersi i guanti.

Hanno poi atteso che la donna uscisse di casa prima di stringerle il braccio attorno il collo e tapparle la  bocca con una mano. A questo punto una volta in casa, Calero Ramirez ha colpito l’anziana con il manico del coltello e Carlos Gabriel l’ha accoltellata prima alla testa poi al collo.

Articoli correlati

Back to top button