Cronaca

Arcuri: “Prezzo mascherine resta a 50 centesimi, speculatori se ne facciano ragione”

Domenico Arcuri torna a parlare delle mascherine 50 centesimi. Nel corso della consueta conferenza stampa settimanale il commissario straordinario per l’emergenza coronavirus in Italia ha ribadito: “Nei magazzini delle regioni ci sono 55 milioni di mascherine. Il loro prezzo resterà invariato a 50 centesimi più iva ai cittadini, per cui gli speculatori dovranno farsene una ragione”.

Arcuri e le mascherine a 50 centesimi

“Voglio precisare che non è il commissario a dover rifornire le farmacie né i loro distributori, né si è mai impegnato a farlo. Né sono io a dover rifornire Confcommercio, Conad Federdistribuzione e Coop. Il commissario si è impegnato ad integrare le forniture, ove sia possibile, che queste categorie si riescono a procurare attraverso le loro reti”.

“Se le mascherine ci sono nei supermercati e non nelle farmacie c’è un difetto di rete di approvvigionamento rispetto alla qualità della rete. Su questo dobbiamo tutti lavorare per porvi riparo. Infine, voglio specificare che i farmacisti non c’entrano nulla, così come il prezzo. È stato stipulato un accordo che prevede che il prezzo venga parzialmente supportato dal commissario affinché tutti i cittadini possano comprare mascherine al prezzo giusto”.

L’affondo

“Gli speculatori e categorie simili dovranno farsene una ragione, la giungla che abbiamo lambito, la speculazione che abbiamo osservato non c’è più e non tornerà. Ieri è stata anche firmata una ordinanza per l’acquisto dall’estero. Io farò ogni sforza affinché questo problema possa essere risolto”.


Tutte le notizie sul coronavirus

Il sito del Ministero della Salute

Articoli correlati

Back to top button