Cronaca

Provincia di Reggio Calabria, arrestato il boss della ‘ndrangheta Domenico Crea: latitante da 4 anni

È stato tratto in arresto il 37enne di Cinquefrondi Domenico Crea, il capo della cosca di Rizziconi e zone limitrofe (in provincia di Reggio Calabria) nonché figlio dello ‘ndranghetista Teodoro “Toro” Crea colpito nel 2017 – insieme ai suoi figli – dal processo “Deus” del 2017. La cosca di Rizziconi è, inoltre, collegata e imparentata con la potente famiglia Alvaro di Sinopoli.

Arrestato Domenico Crea, capo della cosca di Rizziconi (in provincia di Reggio Calabria)

Quando fu emessa una misura cautelare per associazione mafiosa ed estorsione (a seguito di una condanna in primo grado a 15 anni, emessa dal Tribunale di Palmi) era il 2015, da allora Crea si diede alla latitanza.

Dopo il suo arresto è stato colpito da numerosi provvedimenti per i reati citati precedentemente ed è stato condannato in via definitiva a 21 anni di reclusione. Domenico Crea era nella lista dei latitanti più pericolosi del Ministero dell’Interno.

Antonio Bassano

Giornalista pubblicista dal 2017, ma anche eterno appassionato di lotta, pittura, street photography e del mondo otaku. Cresciuto giornalisticamente grazie al quotidiano L'Occhio di Francesco Piccolo, Antonio Bassano ha un approccio alla professione letterario semplice e spontaneo, nonché orientato a mettere a nudo la notizia senza commistioni o forzature.

Articoli correlati

Back to top button