Scienza e Tecnologia

Artemis 1, stasera il secondo tentativo di lancio verso la Luna | IL VIDEO

La missione prevede che il convoglio – privo di equipaggio – effettui un giro di ricognizione

La partenza della missione Artemis 1 era prevista per il 29 agosto ma un problema ad uno dei reattore aveva costretto l’agenzia spaziale a posticiparla: questa sera ci sarà il secondo tentativo di lancio del razzo verso la Luna. La missione prevede che il convoglio – privo di equipaggio – effettui un giro di ricognizione.

Artemis 1, secondo tentativo di lancio verso la Luna

Questa sera verrà effettuato il secondo tentativo di lancio del razzo Space Launch System della missione Nasa Artemis 1, promossa per mettere le basi per il ritorno dell’uomo sulla Luna nel 2024.

Il direttore di lancio Charlie Blackwell-Thompson ha dato il via libera al rifornimento di carburante criogenico che dovrebbe partire dal Kennedy Space Center, in Florida, alle 20.17 (ora italiana).

Il lancio rinviato del 29 agosto

Il lancio era inizialmente previsto per lunedì 29 agosto, ma una perdita di idrogeno a uno dei quattro reattori ha costretto la Nasa a posticiparlo. La missione prevede che il convoglio – privo di equipaggio – effettui un giro di ricognizione della Luna. Il viaggio dovrebbe durare 39 giorni e nel suo corso tre manichini dotati di sensori avranno il compito di testare le condizioni di vita a sul satellite. Artemis 1 getterà anche le basi per la costruzione di un avamposto lunare che la Nasa intende utilizzare per portare l’uomo su Marte.

Alle 14:36 ora italiana la NASA ha annunciato di aver rinviato il lancio della missione Artemis 1 a causa di un problema al motore numero 3 del razzo lanciatore Space Launch System (SLS). Durante la checklist per verificare i vari sistemi del razzo è emerso un problema al motore numero 3, che non ha raggiunto una temperatura di raffreddamento adeguata.

Missione Artemis 3

Solo con la missione Artemis 3, prevista nei prossimi anni, gli uomini ritorneranno nuovamente sulla Luna.

Artemis 1 sarà una missione senza equipaggio umano, ma la navicella Orion non sarà “disabitata”: gli scienziati della Nasa, infatti, hanno installato a bordo due manichini “fantasmi”, per comprendere la sicurezza delle missioni per gli astronauti. Saranno due donne, Helga e Zohar, composte da materiali che simulano la densità dei tessuti e degli organi umani.

Artemis 2, il lancio del primo gruppo di astronauti che orbiteranno per giorni attorno alla Luna, probabilmente nel 2024 e che potrebbe comprendere una donna. Una volta conclusa anche questa seconda missione, si potrà infine dare il via a Artemis 3, la missione che porterà e la prima donna sulla Luna e il ritorno di un uomo.

Il corpo astronauti Esa

“È un momento storico perché l’Europa con l’Esa è parte di questa nuova straordinaria missione”, ha commentato il direttore dell’Agenzia Josef Aschbacher, che ha ricordato le missioni Apollo. Questa la composizione dell’attuale corpo astronauti Esa: due italiani Samantha Cristoforetti e Luca Parmitano, due tedeschi, Alexander Gerst e Matthias Maurer, il danese Andreas Mogensen, l’inglese Timothy Peake e il francese Thomas Pesquet.

Articoli correlati

Back to top button