Cronaca

Artista venezuelana violentata e uccisa, stava attraversando in bici l’Amazzonia

Dramma in Sud America. Un’artista venezuelana è stata violentata e poi uccisa mentre stava attraversando in bici l’Amazzonia. La donna è la 38enne Julieta Hernández Martínez che era scomparsa da due settimane, è stata trovata morta sulla riva di un fiume alla periferia della città di Presidente Figueiredo.

Artista venezuelana violentata e uccisa, stava attraversando in bici l’Amazzonia

Secondo i media venezuelani, la donna, 38 anni, viveva da anni a San Paolo ed era membro del collettivo femminista Circo di SoLadies; due mesi fa è partita in bicicletta per arrivare a Puerto Ordaz, nel sud del Venezuela, per trascorrere le vacanze di Capodanno con la madre. Sarebbe stata aggredita, derubata e violentata prima di essere assassinata.

Arrestata una coppia

Secondo le prime analisi, la sua morte sarebbe stata causata per asfissia. La polizia ha confermato che due persone, proprietari della casa in cui l’artista era stata ospitata e vista viva per l’ultima volta, sono state arrestate come principali sospettati per il delitto. I responsabili dell’omicidio sono stati identificati dalle autorità come Deliomara dos Anjos Santos, 29 anni, e Thiago Agles da Silva, 32 anni. Quando la polizia è arrivata sul posto, Da Silva ha cercato di scappare.

Articoli correlati

Pulsante per tornare all'inizio