CronacaEconomia

Caro bollette, il Cdm dà il via libera al decreto anti-stangata

Aumento bollette, approvato decreto per il taglio di luce e gas. Scende al 5% l'Iva sulle forniture di gas per usi civili e industriali

Via libera del Consiglio dei ministri al decreto per il taglio delle bollette di luce e gas. Lo si apprende da fonti di governo. Secondo quanto prevede la bozza del Dl contro il caro-bolette scende al 5% l’Iva sulle forniture di gas per usi civili e industriali. La misura, parte di un set di interventi per calmierare gli aumenti dell’energia previsti da ottobre, vale per l’ultimo trimestre del 2021, da ottobre a dicembre. L’Iva pagata dalle famiglie sulle bollette del gas è oggi al 10%.

Aumento bollette, decreto per il taglio di luce e gas approvato

Il bonus bollette 2021, già operativo dal primo luglio, è riconosciuto in base all’Isee e gli sconti vengono riconosciuti automaticamente, senza che si debba presentare domanda. Le condizioni necessarie per avere diritto ai bonus sono: appartenere a un nucleo familiare con indicatore ISEE non superiore a 8.265 euro; appartenere a un nucleo familiare con almeno 4 figli a carico (famiglia numerosa) e indicatore ISEE non superiore a 20.000 euro; appartenere a un nucleo familiare titolare di Reddito di cittadinanza o Pensione di cittadinanza.

Uno dei componenti del nucleo familiare ISEE deve essere intestatario di un contratto di fornitura elettrica e/o gas e/o idrica con tariffa per usi domestici e attivo, oppure usufruire di una fornitura condominiale gas e/o idrica attiva.

Le novità

Da quest’anno gli interessati non dovranno dunque presentare la domanda per ottenere lo sconto presso i Comuni o i Caf ma sarà sufficiente che ogni anno il cittadino/nucleo familiare presenti la Dichiarazione Sostitutiva Unica (DSU) per ottenere l’attestazione ISEE. Se il nucleo familiare rientrerà in una delle tre condizioni di disagio economico che danno diritto al bonus, l’INPS invierà i suoi dati al SII (Sistema Informativo Integrato, gestito dalla società Acquirente Unico) che incrocerà i dati ricevuti con quelli relativi alle forniture di elettricità, gas e acqua, permettendo di erogare automaticamente i bonus agli aventi diritto.

Articoli correlati

Back to top button