Cronaca

La richiesta dei presidi: “Autocertificazione per tornare a scuola”

Un modulo di autocertificazione per tornare a scuola. È la proposta avanzata dall’Associazione Nazionale dei Presidi che inoltre chiede di sottoporre gli studenti a test sierologici anche se su base volontaria. Lo ha spiegato al Matitno Antonello Giannelli, presidente dell’Anp: “Sarebbe una buona idea quella di far sottoscrivere – in vista dell’inizio dell’anno scolastico- delle autocertificazioni ai genitori, per i ragazzi minorenni, come quelle già distribuite negli aeroporti. Ed è in linea con tutte le precauzioni prese a livello nazionale. Siamo favorevoli allo screening degli studenti. Credo però che non ci siano sufficienti risorse per effettuarli a tappeto, considerando che sono 8,5 milioni”.

Autocertificazione per andare a scuola, la proposta

Autocertificazioni a parte, mancano due settimane alla riapertura delle scuole fissata dal governo per il prossimo 14 settembre. A preoccupare è l’aspetto dei trasporti: tra due settimane treni ed autobus saranno presi di nuovo d’assalto da studenti e genitori che poco prima del fischio della campanella dovrebbero essere ai cancelli degli istituti.

Il nodo trasporti

Ora governo e regioni discutono sulla capienza massima dei mezzi pubblici. Le indicazioni degli scienziati arrivano al 75% della capienza, le regioni chiedono l’80% e di poter salire sino alla capienza massima per tragitto sotto i quindici minuti. Inoltre chiedono una copertura dei fondi per l’aumento delle linee necessarie per sopperire al restante 20%.


Tutte le notizie sul coronavirus

Il sito del Ministero della Salute

Articoli correlati

Back to top button