Cronaca

Autostrada, nuovo limite di velocità: se non stai attento c’è il ritiro della patente | Ecco cosa cambia

Il Codice della Strada potrebbe ritrovarsi con un nuovo limite di velocità in autostrada. Ecco a quanto bisognerà andare per non incorrere nelle sanzioni

È in arrivo un nuovo limite di velocità per percorrere l’autostrada. Ma cosa cambia rispetto alla precedente norma? Sicuramente sarà previsto il ritiro della patente per i trasgressori. Attualmente i limiti di velocità sono disciplinati dall’articolo 142 del Codice della Strada.

Nuovo limite di velocità in autostrada: cosa cambia

In Italia i limiti di velocità, disciplinati dall’articolo 142 del Codice della Strada. La norma infatti indica la velocità massima che si può raggiungere in auto su una strada comunale, statale, provinciale e in autostrada. I limiti noti sono 130 km/h per le autostrade, 110 km/h per le strade extraurbane principali, 90 km/h per le strade extraurbane secondarie e per le strade extraurbane locali e 50 km/h in città e nelle strade dei centri abitati.

Per i neopatentati il limite in autostrada è di 110 km/h per i primi tre anni dopo il conseguimento della patente.

Multa per eccesso di velocità

Attualmente, il superamento delle limitazioni imposte dalla legge porta a sanzioni amministrative, variabili in base alla sua entità. Oltrepassare il limite di velocità entro i 10 km/h comporta una multa da 42 a 173 euroda 168 a 574 euro entro i 40 km/h. In questo secondo caso, oltre alla sanzione, è prevista anche la decurtazione di 3 punti dalla patente.

Dai 40 km/h ai 60 km/h, la sanzione prevista varia da 544 a 2.174 euro più la sanzione accessoria della sospensione della patente da 1 a 3 mesi e la perdita di 6 punti. Oltre i 60 km/h, la multa va da 847 a 3.389 euro più la sospensione della patente da 6 a 12 mesi e la perdita di 10 punti.

Limite di velocità: ecco il nuovo regolamento

Andare ad una velocità superiore a quella imposta su una strada è una trasgressione ed è soggetta a sanzioni quali una multa o addirittura la decurtazione di un determinato numero di punti dalla patente. Per questo motivo, specie sulle strade più trafficate e meno urbane, sono presenti dei tutor e degli autovelox che rivelano il superamento del limite di velocità e tramite una foto le Forze dell’ordine possono risalire al trasgressore.

Questo ha aiutato molto a individuare coloro che sfrecciano sulle strade anche se esistono dei trucchetti per non farsi cogliere in flagrante e per evitare che ci arrivi una multa salatissima.

Gli incidenti per eccesso di velocità

Purtroppo le alte velocità creano incidenti anche mortali, secondo l’ultimo rapporto sugli incidenti in Italia nell’ultimo anno si sono registrati più di 172 mila sinistri e di questi oltre tremila hanno causato decessi.

Il superamento del limite di velocità è una delle cause più comune degli incidenti stradali – motori.news
Si stima, quindi, che almeno un terzo delle vittime degli incidenti stradali hanno avuto a che fare con le alte velocità e il 40% di questi incidenti accadono per di più in curva, dove bisogna sempre rallentare.

Soltanto il 20% sono gli incidenti causati da altri fattori e questi sinistri stradali causati dalle alte velocità spesso sono a ridosso di strade ampie dove viene la voglia di premere il piede sull’acceleratore.

L’incoscienza dell’automobilista

Il Codice della strada è molto preciso e non transige che queste violazioni vengono effettuate, per questo motivo è sanzionata anche la guida in stato non del tutto adeguato come sotto assunzione di alcool o droghe.

Queste sostanze, alterano la percezione e la guida e quindi ci spinge a poter osare azioni che non avremmo mai fatto se fossimo stato lucidi dandoci quell’incoscienza che ci porta poi a compiere gesti di cui potremmo pentirci.

I nuovi limiti

Per tutti questi motivi il limite di velocità, specialmente sulle autostrade potrebbe ridursi ulteriormente costringendo così gli automobilisti a viaggiare ad un ritmo molto più lento del previsto.

Il limite di velocità proposto è quello di 60 km/h, ma questa proposta, per ora, è stata fatta in Svizzera dove già da qualche tempo il limite previsto per i viaggi in autostrada è di 80 km/h.

La proposta dell’USTRA

La proposta è stata fatta dall’Ufficio federale delle strade, conosciuto anche con l’acronimo di USTRA che sta valutando se l’abbassamento del limite di velocità porterebbe ad una diminuzione degli incidenti.

Dopo la notizia non sono mancati i commenti negativi riguardo questa proposta in particolare il Touring Club svizzero ha mostrato di essere completamente in disaccordo con questa decisione.

Articoli correlati

Back to top button