Curiosità

Aviazione e formazione: diventare pilota con i corsi della scuola di volo Urbe Aero

La professione del pilota aeronautico è spesso un vero e proprio sogno, che molti sviluppano fin da bambini

La professione del pilota aeronautico è spesso un vero e proprio sogno, che molti sviluppano fin da bambini. Tuttavia, realizzarlo non è sempre facile: talvolta gli eventi della vita costringono a seguire altre scelte e a svolgere professioni del tutto differenti. Oggi, grazie ai numerosi corsi disponibili, è possibile conseguire la licenza di pilota di aereo privato o di aereo di linea, materializzare i propri sogni e intraprendere una nuova carriera, lavorando magari come pilota di linea per un’importante compagnia aerea.

La professione del pilota, infatti, non è un semplice lavoro, ma una vera e propria passione che accompagna per tutta la vita. La possibilità di frequentare una scuola di volo indipendentemente dall’età consente di raggiungere i propri obiettivi, di soddisfare un desiderio e spesso anche di seguire un percorso professionale di successo.

Da questo punto di vista è però fondamentale rivolgersi esclusivamente a realtà specializzate nel settore dell’aeronautica come, ad esempio, Urbe Aero. Infatti, questa scuola di volo propone dei corsi professionalizzanti articolati in lezioni teoriche e pratiche, in modo da garantire una formazione completa ai partecipanti. Non è necessario possedere conoscenze o esperienze pregresse, anzi, si può dire che molti allievi partano da zero, arrivando comunque a conseguire il brevetto di pilota.

Pilota di linea o pilota privato: qual è il corso ideale

 

Il corso per pilota di linea ATPL Integrato ha una durata di circa due anni e rappresenta il traguardo necessario per lavorare presso una compagnia aerea internazionale. Gli allievi devono frequentare in totale 750 ore di teoria, per apprendere tutte le nozioni che riguardano le tecniche, le norme e gli strumenti di volo. Alla teoria si affiancano 200 ore di pratica, effettuate in parte su aeromobili di ultima generazione, dotati di strumenti sofisticati, e in parte utilizzando simulatori di volo appositi.

Per frequentare il corso ATPL Integrato è necessario avere compiuti i 18 anni nel momento in cui si sostiene l’esame finale: questo significa che ci si può iscrivere subito dopo il diploma di maturità, o eventualmente anche prima. Non esiste invece un limite di età superiore, ovviamente occorre considerare che la carriera di un pilota di linea di solito termina verso i 65 anni.

Per chi vorrebbe da sempre imparare a pilotare un aereo ma svolge un lavoro di tutt’altro genere e non ha avuto mai tempo per pensarci, il corso PPL, per il conseguimento del brevetto di pilota di aereo privato, è la soluzione ideale.

Con sole 100 ore di lezioni teoriche e 45 di pratica, questo corso permette a tutti di avvicinarsi al magico molto degli aeromobili e di pilotare un velivolo privato, senza finalità commerciali. Le lezioni di pratica includono un minimo di 10 ore che il corsista deve effettuare come pilota solista, con l’assistenza di un istruttore situato a terra.

Il fine ultimo del corso è quello di rendere gli allievi in grado di pilotare un aereo in totale autonomia. Inoltre, se qualcuno volesse trasformare una passione in un vero e proprio lavoro, può completare il percorso formativo con il corso completo per pilota di linea, e trovare impiego presso una compagnia aerea.

Il percorso di studi per conseguire il brevetto di pilota

 

Molti appassionati di aviazione e di tecnologie di volo in generale hanno come obiettivo quello di poter pilotare un aereo, sia per diletto che per professione. Non si tratta certo di un sogno impossibile da realizzare, tuttavia è bene considerare che occorrono dedizione, passione e impegno, poiché si tratta di un percorso di formazione piuttosto complesso e articolato.

In aggiunta alle ore di pratica, da effettuarsi sia a bordo di un aeromobile che con appositi simulatori, le materie di studio riguardano le tecniche di volo e le caratteristiche dei velivoli, la meteorologia, la navigazione, la normativa aeronautica, oltre alle procedure operative, alle regole di comunicazione e alla capacità di organizzare e pianificare il lavoro di gruppo. Un pilota aeronautico deve dimostrare inoltre abilità nel risolvere i problemi, empatia e resistenza allo stress.

Articoli correlati

Back to top button