Gossip

Bianca Atzei ha perso il bambino tanto desiderato

“Sto attraversando giorni difficili e tristi”

Purtroppo la cantante Bianca Atzei ha perso il bambino che stava aspettando col suo compagno Stefano Corti in seguito ad un aborto spontaneo. Sui social la cantante ha pubblicato un post in cui si sfoga e spiega cosa le è accaduto e il dolore che provano lei ed il compagno in seguito a questa difficile perdita: “Sto attraversando giorni difficili e tristi”, scrive.

Bianca Atzei ha perso il bambino con un aborto spontaneo

Purtroppo la cantante Bianca Atzei ha perso il bambino che stava aspettando col suo compagno Stefano Corti in seguito ad un aborto spontaneo. Sui social la cantante ha pubblicato un post in cui si sfoga e spiega cosa le è accaduto e il dolore che provano lei ed il compagno in seguito a questa difficile perdita: “Sto attraversando giorni difficili e tristi”, scrive. La Atzei ha provato ad avere un bambino anche con la fecondazione in vitro, ma la gravidanza si è interrotta bruscamente. Via Instagram decide di confessare cosa le è accaduto, per condividere la perdita e aiutare chi, come lei, non riesce ancora a realizzare il sogno della maternità.

Il post

In un post pubblicato sul suo profilo Instagram, Bianca spiega la vicenda e cerca di aiutare le donne che come lei hanno difficoltà a diventare madri. “Ho sempre condiviso con voi ogni parte della mia vita, perché ho sempre fatto quello che mi sentivo di fare ed espresso ciò che provavo dentro. Mi sono costantemente messa a nudo e non ho mai avuto paura di farvi vedere le mie debolezze e le mie sofferenze. In totale sincerità. Perché è facile fa vedere, soprattutto sui social, i grandi sorrisi e la felicità, come se andasse sempre tutto bene, ma spesso accadono anche cose brutte che ti mettono a dura prova. E bisogna anche avere il coraggio di mostrarci fragili”, esordisce Bianca.

“Voglio raccontarvi la mia esperienza per sensibilizzare su un argomento di cui si parla poco, ma in cui purtroppo si ritrovano a vivere tante coppie. Per più di un anno abbiamo cercato un figlio e spesso ci siamo sentiti dire: ‘Non pensarci, perché più ci pensi e più non arriva’. Come fa una donna, però, a non pensarci ogni volta che le arriva il ciclo? Quando realizzi di sentirti pronta a diventare madre, ecco che quello si trasforma nella cosa che più desideri al mondo. E quando passano i mesi e poi gli anni, la mente inizia a farti brutti scherzi. Pensi che ci possa essere qualcosa che non va e, soprattutto psicologicamente, una donna inizia a risentirne”, sottolinea l’artista.

“Ogni mese che passa, si affievolisce la speranza, che però ritrova forza nel mese successivo tanto è grande il desiderio di avere un figlio. Più o meno dopo un anno, ti consigliano di fare esami approfonditi. Forse (mio pensiero personale) sarebbe opportuno farlo molto prima, per non permettere che si inneschi un meccanismo negativo che coinvolge anche il rapporto di coppia. Così per molti diventa importante un aiuto tecnologico”, continua la Atzei.

Poi aggiunge, parlando della Fivet a cui si è sottoposta pur di rimanere incinta: “Non importa per quanti giorni devi farti le punture di ormoni in pancia e tutto il resto, anche se sei sempre meno in forze e il percorso diventa sempre più difficile psicologicamente, vai avanti positiva e felice perché ti aggrappi a quel 35% di possibilità di rimanere incinta. E dopo più di un anno, succede”.

“Quando ho visto quel test positivo è stata l’emozione più bella della mia vita – svela Bianca Atzei – Eravamo al settimo cielo! Avremmo voluto urlarlo al mondo intero! Purtroppo, quella felicità è sparita nel momento in cui abbiamo saputo che la gravidanza si è interrotta dopo qualche mese e si è dovuti intervenire chirurgicamente”.

Bianca si rivolge alle donne

Vive un dramma personale, lo rende pubblico, la cantante spiega il perché: “Tantissime donne hanno affrontato e affrontano questo dolore e ora che so cosa si prova e cosa vuol dire passare in un battito di ciglia dalla felicità più grande alla sofferenza più forte, posso solo essere vicina a tutti coloro che hanno passato una situazione come la nostra, magari anche più grave”.

“Mi dispiace, inoltre, pensare che per molte donne sia così complicato o addirittura impossibile avere un figlio e ancor più difficile poterlo adottare – precisa Bianca – Forse raccontarlo è come liberarsi di un qualcosa di cui non hai colpe e per cui non devi provare vergogna. Bisogna solo andare avanti. Sono sicura che arriverà di nuovo qualcosa di bello perché ho sempre sperato”. Ringrazia il compagno “perché, nonostante il suo dolore, mi fa sentire protetta e amata, insieme ai suoi genitori”. Dice grazie anche ai medici e ai fan e poi conclude: “Tengo ancora vivo il sogno di poter diventare mamma. Torno a sorridere”.

 

View this post on Instagram

 

Un post condiviso da Bianca Atzei (@biancaatzei)

Articoli correlati

Back to top button