Cronaca

Le Big Tech che licenziano i loro dipendenti: anticipano la recessione

Amazon ha ridotto il suo personale di 18mila unità. Anche altre grandi aziende stanno mettendo in atto diversi tagli

Le Big Tech, grandi aziende che hanno trovato la loro fortuna nel mondo digitale, come Amazon e Apple, stanno effettuando diversi tagli iniziando a licenziare i loro dipendenti. A trarne beneficio sono le Small Tech che assumo i talenti abbandonati dai Big.

Amazon, le Big Tech che licenziano i loro dipendenti

Amazon ha annunciato che a breve si chiuderanno i contratti di lavoro di 18mila aziende. Nessun settore della compagnia sarà immune dai tagli, come ha comunicato il Ceo, Andy Jassy, in un messaggio inviato ai dipendenti. “A novembre — ha scritto — abbiamo comunicato la difficile decisione di eliminare un numero di posizioni e annunciato la volontaria riduzione dell’offerta per alcuni lavoratori nei settore People, Experience e Technology”. “Tra i tagli decisi a novembre — ha aggiunto — e quelli di cui parliamo oggi, pianifichiamo di eliminare 18 mila ruoli”.

La decisione di Meta

Anche Meta ha annunciato di recente il licenziamento di undicimila persone, il taglio al personale più alto nella storia della compagnia. Twitter ha mandato via quasi 4 mila persone, cioè più che dimezzato il personale all’indomani dell’arrivo del nuovo proprietario, Elon Musk, che ha acquisito la piattaforma per 44 miliardi di dollari.

La manovra di Salesforce

Salesforce è una della più grandi compagnie di software della Silicon Valley. Il colosso ha comunicato il taglio del 10% del suo staff, ovvero circa 7mila persone.

Il lavoro da remoto

La corsa alle assunzioni alimentata dalla crisi pandemica, che aveva reso necessario il lavoro in remoto, adesso sta registrando il contraccolpo. I giganti della Silicon Valley per due anni sono cresciuti in modo abnorme. Davanti all’inflazione e al rischio recessione, le compagnie stanno ricorrendo ai tagli per anticipare la crisi. La stessa Apple, che pure aveva una striscia di quattordici trimestri in positivo, ha raffreddato il piano di assunzioni.

Le nuove assunzioni

Ma non tutti quelli che perdono il lavoro nella Bay Area sono destinati a vivere un momento difficile. I talenti tecnologici, secondo ricerche di mercato, trovano facilmente un altro impiego. Come i talenti di Twitter che hanno subito trovato lavoro in altre aziende.

Articoli correlati

Back to top button