Cronaca

Biliardini salvi, non serviranno verifiche e nulla osta

Biliardini in lidi e sale giochi: nessun rischio per i gestori. Nelle scorse ore era scattata la prima multa in Puglia

Stop alla stretta sui biliardini nei lidi e nelle sale giochi d’Italia. Stando ad una norma inserita nel maxiemendamento al decreto legge Pnrr approvato in Senato, l’Agenzia delle Dogane dovrà individuare entro il 15 novembre di ogni anno gli apparecchi “meccanici ed elettromeccanici che non distribuiscono tagliandi”.

Biliardini in lidi e sale giochi: nessun rischio

In questa norma – dunque – rientrerebbero anche i calciobalilla, volgarmente detti biliardini. Questi – fa sapere l’Agenzia delle Dogane – saranno esenti dall’obbligo di verifica tecnica e conseguente nulla osta da parte della stessa Agenzia oggi necessari per l’utilizzo. In assenza delle sopracitate certificazioni si va incontro a sanzioni. Invece, resta obbligatorio versare l’imposta sugli intrattenimenti.

La prima multa in Puglia

Nelle scorse ore era scattata la prima multa in Puglia, per la precisione a in un lido di Santa Margherita di Savoia.  Il decreto del direttore dell’Agenzia Dogane e Monopoli dell’1 giugno 2021 stabilisce che dal 1° giugno 2022 gli apparecchi che non erogano vincite in denaro o tagliandi possono essere installati solo se dotati di un “nulla osta di messa in esercizio”. Tra gli apparecchi nel mirino del decreto ricadono appunto biliardi, ping pong, flipper e appunto i calciobalilla.

Articoli correlati

Back to top button