Neonato abbandonato in ospedale: il Cottolengo pronto ad accogliere il piccolo Giovannino

bimbo-abbandonato-ittiosi-arlecchino-adottato

Il piccolo Giovannino era stato abbandonato dai genitori perchè affetto da ittiosi arlecchino verrà adottato dal Cottolengo di Torino

Il piccolo Giovannino era stato abbandonato dai genitori perchè affetto da ittiosi arlecchino: la Piccola Casa della Divina Provvidenza Cottolengo lo adotterà

Bimbo abbandonato perchè affetto da ittiosi arlecchino: il Cottolengo lo adotterà

La storica casa di accoglienza di Torino, fondata dal santo sociale Giuseppe Cottolengo, si è offerta di ospitare e prendersi cura del bimbo, abbandonato dai genitori poco dopo la nascita.

Una storia che ha commosso tutti

Giovannino era nato ad agosto all’ospedale Sant’Anna di Torino, con la fecondazione eterologa, ma purtroppo il bimbo è affetto da una rara malattia, l’ittiosi arlecchino, una patologia che richiede cure continue e che, soprattutto, non concede una lunga aspettativa di vita.

Cos’è l’ittiosi arlecchino

I bambini nati con questa malattia, vedono crescere la pelle sette volte più velocemente rispetto al normale. L’epidermide diventa rigida, si inspessisce e si spacca, creando anche evidenti deformità in tutto il corpo. Il bambino, oltretutto, per tutta la vita dovrà evitare l’esposizione alla luce del giorno avrà problemi repiratori e di movimento, dovuti all’eccesso di pelle che comprime gli organi e gli arti.

Giovannino

Giovannino, il piccolo nato a Torino, secondi i medici, ha già superato la fase critica, ma è ospite della struttura da 4 mesi, e il suo tempo a disposizione sta per finire: deve essere adottato, ma ancora nessuno si era fatto avanti, fino a questo momento.

TAG