Cronaca

Bambino morto nel Bellunese, l’autopsia conferma: “Ucciso da un’intossicazione”

Indagini in corso per capire la natura dell'intossicazione, gli investigatori pensano che si tratti di droga

Dramma a Belluno dove un bimbo di 2 anni morto in casa dopo essere stato colto da un malore: l’autopsia conferma i sospetti degli inquirenti, il piccolo è stato ucciso da un’intossicazione. La nuova ipotesi sulla morte di Nicolò si è rivelata vera: gli inquirenti avrebbero escluso un boccone avvelenato al parco, come sospettato inizialmente dal padre, ora si fa largo che il piccolo Nicolò possa aver ingerito qualche farmaco in casa. Per ora resta indagato anche il padre del bimbo. Indagini in corso per capire la natura dell’intossicazione, gli investigatori pensano che si tratti di droga.

Belluno, bimbo morto in casa dopo un malore: l’autopsia

Dopo aver fatto un sopralluogo nell’area del parco dove il piccolo Nicolò Feltrini era stato col papà poco prima del malore che lo ha stroncato, gli inquirenti hanno escluso che il bimbo possa aver ingerito qualcosa di tossico.

Si fa sempre più largo, invece, una nuova ipotesi: una tragedia tra le mura domestiche. Il piccolo, secondo gli investigatori, potrebbe aver ingerito qualche farmaco in casa. Ovviamente non c’è nessuna prova e tutto resta al vaglio delle forze dell’ordine che indagano sul caso.

Gli esami disposti dalla Procura

L’autopsia condotta oggi conferma i sospetti degli inquirenti. Si attende che l’indagine tossicologica faccia chiarezza sulla natura della sostanza ingerita. Il sospetto è che si tratti di droga.

 

Articoli correlati

Back to top button