CronacaEconomia

Gas, balzo a sorpresa a novembre +13,7%. Per la Meloni “serve coraggio”

Per la premier Giorgia Meloni è questo l'ennesimo segnale di una svolta obbligata

Nuovo aumento per la bolletta del gas: una vera e propria stangata, inaspettata dopo il calo dei prezzi. I consumi relativi al mese di novembre costeranno il 13,7% in più dopo il calo del 12,9% per il metano utilizzato a ottobre, secondo le nuove tariffe decise ieri dall’Arera.

Bolletta del gas, nuovo aumento a dicembre: i costi

Per il mese di novembre il prezzo della materia prima gas (CMEMm), per i clienti con contratti in condizioni di tutela, è quindi fissato in 91,2 €/MWh*, pari alla media dei prezzi rilevati quotidianamente durante tutto il mese appena trascorso. In termini di effetti finali, la spesa gas per la famiglia tipo nell’anno scorrevole (compreso tra il 1° dicembre 2021 e il 30 novembre 2022) è di circa 1.740 euro, +63,7% rispetto ai 12 mesi equivalenti dell’anno precedente (1° dicembre 2020 – 30 novembre 2021).

Per chi avesse ricevuto, nelle scorse settimane di novembre, una bolletta con il valore in acconto della componente CMEMm relativa al mese di novembre basato sul valore del mese precedente, il ricalcolo sarà effettuato, nella prima bolletta utile, con il valore effettivo pubblicato oggi. Lo stesso valore CMEMm dovrà essere usato dai venditori per fatturare, a titolo di acconto, i consumi del mese di dicembre nelle bollette inframensili.

Si ricorda che, come previsto dal decreto “Aiuti Bis”, per il IV trimestre ARERA ha azzerato gli oneri generali di sistema anche per il gas e confermato il potenziamento del bonus sociale per le famiglie con un livello ISEE fino a 12.000 euro (20.000 euro per le famiglie numerose), erogati automaticamente in bolletta agli aventi diritto a condizione che abbiano richiesto un ISEE per l’anno 2022. Confermata anche la componente negativa UG2 per i consumi gas fino a 5.000 smc/anno e la riduzione Iva sul gas al 5%.

Il messaggio della premier Meloni

Per la premier Giorgia Meloni è questo l’ennesimo segnale di una svolta obbligata. “Il momento particolarmente complesso che la nostra nazione sta affrontando è un tempo nel quale abbiamo bisogno di liberare le energie migliori di cui l’Italia dispone, di fare quelle scelte coraggiose che per troppi anni non sono state fatte”, ha detto in un videomessaggio inviato alla Fondazione Guido Carli in occasione della convention sull’energia a Villa Blanc.

Articoli correlati

Back to top button