Economia

Bollo auto, debiti cancellati sotto i mille euro: la sentenza

Quando è stato emanato il decreto fiscale 119/2018, che ha dettato disposizioni urgenti in materia, disponendo il condono delle cartelle di importo inferiore ai 1000 euro, tutto sembrava chiaro. Evidentemente non è così, visto che di recente la Commissione Tributaria delle Marche si è dovuta pronunciare su una cartella del 2001 con cui la Regione ha richiesto a un suo contribuente il pagamento del bollo auto per un importo complessivo di 930 euro.

Pagamento che, come previsto dal decreto 119/2018 la regione non avrebbe neppure dovuto richiedere, considerato che i debiti di importo inferiore ai 1000 euro affidati agli agenti di riscossione dal primo gennaio 2000 al 31 dicembre 2010 sono automaticamente annullati.

Cancellazione del bollo auto

La recente sentenza n. 692 del 16 settembre 2019 della Commissione tributaria della Regione Marche è tornata ad occuparsi del bollo auto, dichiarando cessata la materia del contendere relativamente al mancato pagamento della tassa automobilistica. Il caso di specie aveva ad oggetto il mancato pagamento del bollo automobilistico del 2001, dell’importo di 930 euro.


prezzo-rc-auto-cali


La sentenza fa parlare perché, la Commissione tributaria Regionale adita, pronunciandosi seccamente sulla questione di legittimità costituzionale sollevata dalla regione Marche, per quanto riguarda la questione del pagamento del bollo, risalente ormai a 18 anni fa, si è limitata ad applicare l’art 4 del decreto legge n. 119/2018, che al comma 1 dispone: “I debiti di importo residuo, alla data di entrata in vigore del presente decreto, fino a mille euro, comprensivo di capitale, interessi per ritardata iscrizione a ruolo e sanzioni, risultanti dai singoli carichi affidati agli agenti della riscossione dal 1° gennaio 2000 al 31 dicembre 2010, ancorché riferiti alle cartelle per le quali e’ già intervenuta la richiesta di cui all’articolo 3 (definizione agevolata o più semplicemente rottamazione) sono automaticamente annullati.”



Bollo auto: quando la cartella può considerarsi cancellata?

Con l’intento di fare maggiore chiarezza possiamo concludere, come anche di recente confermato dalla Commissione Tributaria della Regione Marche, che rientrano nella pace fiscale e risultano quindi cancellati d’ufficio, i debiti risultanti dalle cartelle:

  • che fanno riferimento a carichi iscritti a ruolo tra il primo gennaio del 2000 e il 31 dicembre
  • del 2010;
  • il cui importo complessivo risulta inferiore ai 1000 euro.

 

Articoli correlati

Back to top button