Cronaca

Bomba a Torino, al via il disinnesco: 10mila persone evacuate

Bomba a Torino: è cominciata intorno alle 9 di oggi 1 dicembre, l’operazione per disinnescare la bomba ritrovata in via Nizza all’angolo con via Valperga Caluso.

Disinnesco della bomba a Torino

Si è proceduti all’evacuazione dei residenti della zona rossa, circa 10mila persone tra il quartiere di San Salvario e parte della Crocetta, mentre chi abita nella zona gialla, circa 50mila persone, ha invece potuto scegliere se lasciare l’abitazione o rimanere in casa, seguendo però precise istruzioni.

Prima di chiudere la zona rossa, dove dalle 8 le auto della polizia municipale hanno avvisato con gli altoparlanti che tutti dovevano lasciare la propria abitazione entro le 9, è arrivata la sindaca Chiara Appendino che, con l’assessore Alberto Sacco e il presidente della Circoscrizione 8 Davide Ricca, ha salutato gli artificieri impegnati nelle operazioni: “Buon lavoro”.

Aeroporto e stazione treni chiusi

In programma anche la chiusura dello spazio aereo sopra il centro di Torino e lo stop della circolazione dei treni nella stazione di Porta Nuova. Ieri l’Asl ha spostato una ventina di malati nella Rsa corso Massimo d’Azeglio. La metropolitana è limitata tra Porta Nuova e Lingotto. Gtt (Gruppo torinese trasporti) ha previsto collegamenti alternativi. In questo momento i guastatori del 32esimo Reggimento Genio della Brigata Alpina ‘Taurinense’ stanno procedendo al disinnesco.

Articoli correlati

Back to top button