Economia

Il bonus di fine anno 2023, cos’è e chi lo può ricevere in busta paga

Il bonus di fine anno 2023, o premio di risultato, è una somma extra che può essere pagata dal datore di lavoro insieme allo stipendio. Quest’anno la tassazione è particolarmente bassa: solo il 5%. Tuttavia ci sono requisiti da rispettare per poter richiedere l’agevolazione che verrà versato in busta paga.

Cos’è il bonus di fine anno 2023

Il premio di risultato, o bonus di fine anno, è molto diffuso nelle azienda: si tratta di un pagamento ‘extra’ per i dipendenti che il datore di lavoro non è sempre tenuto ad effettuare ma che può essere previsto dal contratto. Spesso arriva a fine anno (ecco perché viene anche chiamato bonus di fine anno).

Per il 2023 il governo Meloni ha previsto un incentivo in più per chi effettua questi pagamenti. La tassazione è ridotta al 5% (10% gli anni precedenti). Il prossimo anno tutto torna alla normalità.

Chi può riceverlo

È previsto per tutti i dipendenti del settore privato, che lavorino per un’impresa, per un ente non commerciale o è un lavoratore autonomo. Non possono invece ottenerla i co.co.co. e tutti coloro che hanno un reddito assimilato a quello da lavoro dipendente.

Inoltre, la tassa è ridotta solo se il lavoratore ha avuto un reddito da lavoro dipendente inferiore agli 80mila euro per l’anno in corso (incluse eventuali Tfr o pensioni di vario tipo). In caso contrario, scatta l’imposta più alta.

Articoli correlati

Pulsante per tornare all'inizio