Economia

Bonus matrimonio per le coppie under 35: solo se il matrimonio avviene in chiesa

Sposarsi può essere una scelta molto costosa. Una proposta di legge della Lega, firmata da circa una cinquantina di deputati fra cui, per primo, Domenico Furgiuele, vuole rendere più facile sposarsi per le giovani coppie grazie ad uno sgravio fiscale. Per i fidanzati under 35 ci sarà la possibilità di usufruire di una detrazione fino al 20% delle spese collegate alla celebrazione del matrimonio. La funzione, però, deve svolgersi in chiesa.

Bonus matrimonio

Il bonus matrimonio è una novità che renderà felici tante giovani coppie con difficoltà economiche ma che desiderano coronare il loro sogno d’amore. Tuttavia è valido solo per quelle coppie che scelgono la funzione religiosa, sposandosi in chiesa, e che presentano un Isee (indicatore della situazione economica equivalente) non superiore a 23mila euro. Vi è poi un ulteriore clausola per cui le cerimonie dovranno essere celebrate in territorio italiano e gli sposi dovranno essere cittadini italiani da almeno 10 anni.

Fra le spese segnalate per cui sarà possibile richiedere l’agevolazione fiscale ci sono:

  • ornamenti in Chiesa
  • fiori decorativi
  • la passatoia
  • libretti
  • abiti per gli sposi
  • il servizio di ristorazione
  • le bomboniere
  • il servizio di coiffeur e di make-up
  • servizio del wedding reporter

Nella proposta di legge viene poi precisato che le spese detraibili non possono superare la cifra di 20mila euro e sono ripartite tra gli aventi diritto in cinque quote annuali di pari importo. Per ottenere la detrazione bisognerà indicare le spese sostenute nella dichiarazione dei redditi, ragion per cui le spese dovranno essere effettuate tramite bonifico bancario o con l’utilizzo di una carta di debito o di credito e sarà necessario conservare le ricevute.

 

Articoli correlati

Back to top button