Politica

Elezioni 2022, la bozza del programma del Centrodestra: i 15 punti

Stilata la bozza del programma che prevede 15 punti fondamentali

In vista delle Elezioni 2022, il Centrodestra presenta la bozza del programma elettorale. La bozza, che deve ancora passare al vaglio dei leader della coalizione per ottenere l’ok definitivo, si focalizza su 15 punti. I punti tracciano le linee base di un eventuale governo di Fratelli d’ItaliaLega e Forza Italia. Ci sono i vecchi cavalli di battaglia, come il ponte sullo Stretto e le centrali nucleari e poi l’intenzione di mettere mano alla Costituzione per arrivare all’elezione diretta del presidente della Repubblica.

La bozza del programma del Centrodestra

Il programma è stato chiamato “Italia domani. Programma quadro per un Governo di centrodestra”, simile a quello scelto dal governo Draghi per il portale sul Pnrr. Proprio come lo stesso Piano nazionale di ripresa e resilienza che non ha mai ricevuto il voto favorevole del partito di Giorgia Meloni né al Parlamento italiano, né in quello europeo.

Il primo punto, scritto in neretto, definisce bene la collocazione internazionale dell’alleanza: “Italia, a pieno titolo parte dell’Europa, dell’Alleanza Atlantica e dell’Occidente. Più Italia in Europa più Europa nel Mondo“.

Il secondo punto della bozza è dedicato all’ utilizzo efficiente delle risorse europee. Quindi, al terzo posto, le riforme istituzionali e strutturali, tra cui l’elezione diretta del Presidente della Repubblica e la piena attuazione della legge sul federalismo fiscale e Roma capitale. Il quarto punto è dedicato al “fisco equo”, con l’estensione della Flat Tax per le partite Iva fino a 100.000 euro di fatturato con la prospettiva di ulteriore ampliamento per famiglie e imprese.

Al quinto punto si concentrano sul sostegno alla famiglia e alla natalità. Al sesto la sicurezza e il contrasto all’immigrazione illegale; al settimo punto troviamo la tutela della salute. All’ottavo punto si parla di difesa del lavoro e dell’economia reale.

Il nono punto si concentra sullo stato sociale e il sostegno ai bisognosi. Il documento va avanti con il decimo punto sul Made in Italy, cultura e turismo; quindi l’undicesimo è dedicato alla sfida dell’autosufficienza energetica. E il dodicesimo è quello sull’ambiente, definito “nostra priorità”.

Poi, al tredicesimo punto, troviamo il capitolo sull’Agricoltura: la nostra storia, il nostro futuro. Il quattordicesimo punto è dedicato alla scuola, università e ricerca e il quindicesimo a giovani, sport e sociale.

L’elezione diretta del Presidente della Repubblica

Nella bozza del programma del Centrodestra ritornano l’attenzione per l’elezione diretta del presidente della Repubblica e la “piena attuazione della legge sul federalismo fiscale e Roma capitale”. Sono gli argomenti centrali del punto “Riforme istituzionali e strutturali”.

Il ponte sullo Stretto e l’alta velocità

Tra le grandi opere torna il ponte sullo Stretto e il potenziamento della rete dell’alta velocità, “contro la filosofia del no”. “Pieno utilizzo delle risorse del Pnrr” trovando un “accordo con la Commissione Europea, cosi come previsto dai Regolamenti Europei, per la revisione” dello stesso piano “in funzione delle mutate condizioni, necessità e priorità”.

L’attenzione per il nucleare

Sul fronte energia, il centrodestra punta sul “Ricorso alla produzione energetica attraverso la creazione di impianti di ultima generazione, compreso il nucleare pulito e sicuro, senza veti preconcetti”. Ma anche la “riattivazione e nuova realizzazione di pozzi di gas naturale, in un’ottica di utilizzo sostenibile delle fonti energetiche”.

Abolire il reddito di cittadinanza

In merito al fisco, netto no alle patrimoniali, sì alla pace fiscale, saldo e stralcio sul principio del “chi più assume, meno paga”, estensione Flat Tax per le partite Iva fino a 100.000 euro di fatturato. Nella bozza si legge anche il voler eliminare il reddito di cittadinanza da sostituire “con misure più efficaci di inclusione sociale e di politiche attive di formazione e di inserimento nel mondo del lavoro”, si legge nella bozza.

Poi taglio del cuneo fiscale, azzeramento Iva sui beni di prima necessità, defiscalizzazione e incentivazione del welfare aziendale anche attraverso detassazione premi di produzione e buoni energia ed estensione di utilizzo dei voucher lavoro.

Sicurezza e immigrazione

Il Centrodestra pone l’attenzione sull’immigrazione e vuole proporre “nuovi decreti sicurezza”. Inoltre ha intenzione di proporre “hotspot per migranti fuori dall’Italia”. Si parla di nuovo di “Operazione Strade Sicure e poliziotto di quartiere, e videosorveglianza”. E ancora “Contrasto al fenomeno delle baby gang. Contrasto alla microcriminalità. Forte contrasto al commercio e allo spaccio della diffusione delle droghe”.

Articoli correlati

Back to top button