Politica

Scontro tra Brambilla e Pedullà: “Noi dovevamo vaccinare i giovani, non i vecchi”

L'imprenditore Brambilla, nel corso dell'ultima puntata di Diritto e Rovescio, ha affermato:" Noi dovevamo vaccinare i giovani, non i vecchi". La furia del direttore Pedullà

Scontro tra Brambilla e Pedullà, durante l’ultima puntata di Diritto e Rovescio. La polemica riguarda le differenti visioni, in merita al tema dei vaccini. Brambilla ha affermato: “hanno sbagliato a vaccinare. Noi dovevamo vaccinare i giovani, non i vecchi. Non mi farà mai vaccinare se non saranno vaccinate prima le mie figlie”.

La frase shock di Brambilla nello scontro con Pedullà

In studio erano state appena visionate le immagini di alcuni giovani assembrati, tra lo sgomento generale, durante il programma Diritto e Rovescio.

Brambilla ha scatenato l’indignazione del direttore della Notizia, Gaetano Pedullà, attraverso la seguente tesi: “noi non possiamo vaccinare gente di novant’anni e cent’anni, che hanno avuto la fortuna di vivere novant’anni e cent’anni e non andiamo a vaccinare quei ragazzi che erano li in piazza, a divertirsi.

scontro brambilla pedullà

Il botta e risposta tra Brambilla e Pedullà: “vaccini per i giovani, non per i vecchi”

Sul punto, poi, Pedullà ha replicato: “ed i più deboli li facciamo morire? Ma lei si rende conto delle stupidaggini che dice? Non vaccinare gli anziani? L’abbiamo già sentita questa cretinata”

La risposta di Brambilla, per rafforzare la sua tesi: “in Asia si vaccinano prima i giovani e poi gli anziani”. Pedullà, allora, incredulo, ha domandato: “la solidarietà, la dignità, il rispetto… ma come? Il partito del Pil è la negazione della solidarietà. Si vergogni. Gli anziani hanno maggior diritto di lei (di essere vaccinati ndr)”.

Lo scontro è degenerato, ma alla ripresa, Brambilla ha voluto puntualizzare: “Facciamo un’analisi statistica e vediamo. Quanti contagi ci sono, per quei ragazzi che erano lì a divertirsi ed a sfogarsi? E poi, domani pomeriggio alle 5, io e te, Pedullà, andiamo sulla metropolitana di Milano e ti faccio vedere quanta gente c’è sù. Magari per trenta-quaranta minuti è pieno così.  Stiamo sbagliando tutto. Si deve vaccinare la gente in modo strategico”.

Articoli correlati

Back to top button