Cronaca

Leandro Lo, ucciso il campione del mondo di jiu-jitsu: poliziotto gli spara in testa in Brasile

L'atleta è stato aggredito da un ex agente di polizia

Shock in Brasile dove il campione del mondo di jiu-jitsu, Leandro Lo è stato ucciso da un ex agente di Polizia. L’atleta sarebbe stato ucciso con un colpo di pistola dritto in testa in un club di San Paolo.

Brasile, Leandro Lo ucciso da un ex agente di Polizia

Uno dei più grandi campioni di jiu-jitsu del Brasile è stato assassinato: un poliziotto lo avrebbe colpito alla testa con una pistola. Il proiettile sparato lo ha penetrato tanto da farlo morire sul colpo. I fatti sono avvenuti in un club di San Paolo.

La dinamica

L’atleta era n una discoteca quando a un certo punto sarebbe stato aggredito dall’agente fuori servizio. Ad innescare la sparatoria sarebbe stato proprio quest’ultimo. Il killer, identificato come Henrique Otávio Oliveira Velozo, secondo alcuni testimoni avrebbe tentato di portare via una bottiglia dal tavolo del campione del mondo.

Infastidito da quell’atteggiamento si sarebbe avvicinato in maniera poco amichevole e a quel punto l’agente avrebbe tirato fuori la pistola e sparato dritto alla testa. Lo è stato trasportato in ospedale ma le sue condizioni erano già disperate che è morto poco dopo. La polizia ha aperto un fascicolo per omicidio ed è a caccia del killer che intanto si è dato alla fuga.

Chi era Lo

Lo è stato uno degli atleti di maggior successo di tutti i tempi nella sua disciplina, avendo vinto otto volte i Campionati del Mondo. Conquistato otto Campionati Panamericani e cinque medaglie d’oro ai Mondiali, secondo Sports Illustrated . Aveva 33 anni.

Articoli correlati

Back to top button