Almanacco

Bryan Adams: età, carriera, biografia e vita privata del noto cantautore canadese

Nasce a Kingston il 5 novembre del 1959. È un cantautore, musicista e fotografo canadese. Nasce da genitori inglesi: Elizabeth Jane (nata Watson) e il capitano Conrad J. Adams

Bryan Guy Adams nasce a Kingston il 5 novembre del 1959. È un cantautore, musicista e fotografo canadese. Nasce da genitori inglesi: Elizabeth Jane (nata Watson) e il capitano Conrad J. Adams, emigrato in Canada da Plymouth, in Inghilterra negli anni ’50.

Il padre di Adams, un ufficiale di Sandhurst nell’esercito britannico, si unì all’esercito canadese e in seguito passò il suo tempo come osservatore delle Nazioni Unite per il mantenimento della pace in Canada, che lo portò a diventare un diplomatico canadese straniero.

Adams ha viaggiato con i suoi genitori in posti diplomatici a Lisbona, in Portogallo (dove ha frequentato la Carlucci American International School of Lisbon) e Vienna, in Austria, negli anni ’60 e a Tel Aviv, in Israele nei primi anni ’70.

Bryan Adams, tutto ciò che c’è da sapere sul noto cantautore canadese

Cresciuto a Ottawa, Adams ha frequentato il Colonel By Secondary School nel quartiere di Beacon Hill a Ottawa. Nel 1974, Adams, sua madre e suo fratello minore Bruce si trasferirono a North Vancouver mentre suo padre fu mandato all’estero.

Adams divenne famoso in Nord America con il suo album Cuts Like a Knifee (1983) divenne una star mondiale con il suo album Reckless (1984), che produsse alcune delle sue canzoni più famose, tra cui Run to You, Summer of ’69, It’s Only Love e il suo primo numero uno Heaven.

Nel 1991 pubblica Waking Up the Neighbours, album che includeva (Everything I Do) I Do It for You, uno dei singoli più venduti al mondo, rimane per sedici settimane consecutive al top della Official Singles Chart, record tuttora imbattuto, e 72 settimane nella top 20.

Adams ha anche raggiunto la posizione numero uno della Billboard Hot 100 con i singoli All for Love e Have You Ever Really Loved a Woman?; altri singoli di successo sono Can’t Stop This Thing We Started, Please Forgive Me, I Finally Found Someone, When You’re Gone e Here I Am.

I grandi successi discografici

Il successo discografico raggiunge gli apici in Canada, Australia, Gran Bretagna, Irlanda, India, Portogallo, Germania e Stati Uniti. In oltre trentacinque anni di carriera ha venduto oltre 100 milioni di dischi, fra album e singoli, in tutto il mondo. Nel 2008 si classifica al 38º posto nella lista dell’All-Time Top Artists, nel corso del 50º anniversario della Billboard Hot 100 Charts.

Nel 2015 si classifica al 42º posto nella lista della Greatest of All Time Hot 100 Artists di Billboard. Fin dagli inizi del suo percorso musicale, insieme al suo amico Jim Vallance, ha scritto e co-prodotto canzoni per artisti come Kiss, Tina Turner, Mötley Crüe, Joe Cocker, Bonnie Raitt, Céline Dion, Rod Stewart, Bonnie Tyler, Loverboy, Carly Simon, Ronan Keating, Neil Diamond, Johnny Hallyday, Zucchero solo per citarne alcuni. La partnership Adams-Vallance, ha vinto il maggior numero di SOCAN Awards nella storia: 28.

Per i suoi contributi alla musica, riceve numerosi premi e nomination, tra cui 18 Juno Awards, tra le 58 nomination, 15 nomination ai Grammy Award, vincendo un Grammy Award alla miglior canzone scritta per un film, televisione o altri media audio-visivi. Nel 1992 vince anche lo MTV Video Music Awards, l’ASCAP, l’American Music Awards, tre Ivor Novello Awards, ed è nominato cinque volte per il Golden Globe e tre volte per il Premio Oscar.


Bryan Adams


I riconoscimenti

È membro dell’Ordine del Canada, Ufficiale dell’Ordine del Canada e Membro dell’Ordine della Columbia Britannica per i contributi alla musica popolare e opera filantropica attraverso la sua fondazione, che aiuta a migliorare l’educazione per le persone di tutto il mondo. Nel 1998 è stato inserito nella Canada’s Walk of Fame e nella Canadian Broadcast Hall of Fame e, nell’aprile 2006, è stato inserito nella Canadian Music Hall of Fame.

Il 13 gennaio 2010 ha ottenuto l’Allan Waters Humanitarian Award per aver partecipato a numerosi concerti e campagne di beneficenza. Nel 2011 ha ricevuto la stella sulla Hollywood Walk of Fame. Nel maggio 2015 ha ricevuto l’Allan Slaight Humanitarian Spirit Award, in riconoscimento del suo attivismo sociale e il sostegno a diverse cause umanitarie, consegnato durante il Canadian Music Week al Canadian Music Industry & Broadcast Awards Gala.

Oltre alla carriera di cantautore e musicista, dalla fine degli anni novanta alterna quella di fotografo. Ha collaborato per Interview, Vanity Fair,Vogue, Harper’s Bazaar, Esquire e dal 2004 è cofondatore della rivista Zoo Magazine. Nel 2005 ha ricevuto a Berlino il Golden Camera.[ Il 16 settembre 2015 a Londra, ha ricevuto la Honorary Fellowship dalla Royal Photographic Society.


Bryan Adams


Vita privata

Adams è vegano da 30 anni; ha smesso di mangiare carne e latticini nel 1989. Ha raccontato delle sue esperienze con la dieta a base vegetale in un’intervista a Vegan Life Magazine nel 2016:

“Ho compiuto 57 anni quest’anno e lavoro sodo, sono sempre in movimento ma ho tonnellate di energia perché sono a base vegetale. È assolutamente la cosa migliore che tu possa mai fare per te stesso. È un grande percorso”. 


Bryan Adams


Adams non si è mai sposato ma negli anni ’90 ha avuto una relazione con la modella danese Cecilie Thomsen.

e attualmente convive con la sua ex assistente personale, Alicia Grimaldi, che è diventa ora la co-fondatrice della The Bryan Adams Foundation. La coppia ha avuto la loro prima figlia nell’aprile 2011 e la loro seconda figlia nel febbraio 2013.

Copertine di album musicali

  • Bryan Adams – On a Day Like Today
  • Bryan Adams – The Best of Me
  • Bryan Adams – Room Service
  • Bryan Adams – 11
  • Bryan Adams – Bare Bones
  • Bryan Adams – Live at Sydney Opera House
  • Bryan Adams – Tracks of My Years
  • Bryan Adams – Get Up!
  • Annie Lennox – The Annie Lennox Collection
  • Amy Winehouse – Lioness: Hidden Treasures
  • Status Quo – Aquostic (Stripped Bare)
  • Diana Krall – Wallflower
  • Anastacia – Ultimate Collection
Mostra di più

Antonio Bassano

Giornalista pubblicista dal 2017, ma anche eterno appassionato di lotta, pittura, street photography e del mondo otaku. Cresciuto giornalisticamente grazie al quotidiano L'Occhio di Francesco Piccolo, Antonio Bassano ha un approccio alla professione letterario semplice e spontaneo, nonché orientato a mettere a nudo la notizia senza commistioni o forzature.

Articoli correlati

Pulsante per tornare all'inizio