CronacaEconomia

Caffè fino a 1,50 a tazzina: così il clima fa volare il costo dell’espresso

Aumento per il prezzo del caffè: ecco da quando (e di quanto). Da inizio 2021 il prezzo delle miscele è cresciuto del 20%

Possibile aumento del prezzo del caffè. Un possibile rialzo da novembre, quando una nuova raffica di aumenti potrebbe far lievitare il prezzo della tazzina verso quote mai raggiunte: da 1,30 fino 1,50 euro. Tanti, fra piccoli e medi torrefattori, si trovano costretti a ritoccare all’insù, di circa il 7%, il valore delle miscele che vendono a bar e ristoranti come riportato dal Corriere della Sera. 

Caffè, prezzo in aumento: ecco da quando (e di quanto)

Secondo Fipe, da inizio 2021, il prezzo delle miscele è cresciuto del 20%. E a stare a sentire gli analisti di Fitch Solutions e di Intesa Sanpaolo non sarà nemmeno l’ultima, visto che la filiera del caffè globale è in piena fibrillazione: un anno fa il chicco verde costava un dollaro per libbra oggi ne vale il doppio. Nicoletta Trucco di Excelsior caffè, storico brand di Cuneo, ha spiegato: “Alla Fiera di Anuga non si è parlato d’altro, i prezzi della filiera, dalla materia prima alla logistica, sono diventati insostenibili. I baristi, se vogliono servire prodotti di qualità, non potranno far altro che adeguarsi. Il caffè non è più un prodotto low cost”.

Articoli correlati

Back to top button