Calcio e coronavirus: giocatori del Barcellona dicono ‘no’ al taglio degli stipendi, quelli del Leeds…

calciatori-stipendio-coronavirus-barcellona-leeds

Calciatori e stipendio col coronavirus: i casi di Barcellona e Leeds. I blaugrana dicono no al taglio, gli inglesi permettono il pagamento dei dipendenti

Non tutti i calciatori vogliono ridursi lo stipendio per l’emergenza coronavirus. È il caso di quelli del Barcellona che, per il momento, ha rifiutato la proposta del club di ridurre gli stipendi nel periodo in cui il campionato è fermo.

Calciatori e stipendio nell’emergenza coronavirus

Secondo il quotidiano spagnolo As i calciatori avrebbero rigettato la proposta della società. Oggi il CdA del club catalano dovrà decidere se andare allo scontro con i propri calciatori applicando in maniera unilaterale il taglio degli emolumenti o cercare una mediazione.

L’opposto

Il lato buono della medaglia è rappresentato dai calciatori del Leeds, formazione militante nella seconda divisione inglese. I giocatori ed il tecnico Marcelo Bielsa hanno o spontaneamente deciso di non ricevere un’importante somma di denaro. In questo modo il club potrà pagare regolarmente 272 lavoratori a tempo pieno e part-time.


Tutte le notizie sul coronavirus

Il sito del Ministero della Salute

TAG