Cronaca

Covid, Campania in zona rossa: dall’8 marzo chiusi centri estetici, barbieri e parrucchieri

Campania in zona rossa: chiusi centri estetici, barbieri e parrucchieri dall'8 marzo secondo le regole dell'ultimo Dpcm

Cosa cambia per la Campania col passaggio in zona rossa per parrucchieri e barbieri? Dopo l’ordinanza del Ministro della Salute, Roberto Speranza, i dati dell’Istituto Superiore di Sanità e le parole del governatore Vincenzo De Luca è stato, di fatto, confermato il passaggio della Campania nella zona di maggiore criticità dell’emergenza Covid.

Nel corso dell’ultima settimana, in Campania si sono registrati 13mila casi con una incidenza pari a 228,29 per 100mila abitanti. L’indice Rt invece si attesa allo 0,96. “Ormai è arrivata la terza ondata di Covid in Campania”ha dichiarato De Luca: “Da giorni in Campania registriamo al giorno 2500 positivi. Dunque, siamo arrivati dove era prevedibile che arrivasse l’Italia. Siamo in questa situazione perché la capacità di contagio che hanno le varianti è estremamente aggressiva. Specialmente quella inglese. Il contagio delle varianti, inoltre, tocca i giovani.

A Modena è stata ricoverata in terapia intensiva una bambina di 11 anni. Questo per dire che siamo di fronte una variante di estrema pericolosità. Anche nei nostri territori abbiamo registrato molti contagi nel mondo della scuola“.

Campania in zona rossa, cosa cambia per barbieri e parrucchieri

È questa la novità dell’ultimo dpcm in vigore dal 6 marzo. Oltre ai centri estetici, saranno chiusi anche barbieri parrucchieri. Infine saranno sospese le attività commerciali al dettaglio, ad eccezione della vendita di generi alimentari e di prima necessità individuati nell’allegato 23 del DPCM 2 Marzo 2021.


Covid, Campania in zona rossa dal 6 marzo: cosa cambia spostamenti, visite ad amici e parenti, parrucchieri e barbieri


Tutte le notizie sul coronavirus

Il sito del Ministero della Salute

Articoli correlati

Back to top button