Cronaca

La campionessa Linda Cerruti: “Basta, denuncio tutti. Fermiamo il sessismo sui social”

La campionessa, dopo la foto che la ritrae con le 8 medaglie vinte, è stata ricoperta di commenti sessisti e offensivi

La campionessa Linda Cerruti ha detto “basta”. Basta al sessismo sui social e a commenti inopportuni e volgari. Linda Cerruti ha pubblicato una foto su Instagram che la ritrae in spaccata verticale per celebrare le otto medaglie vinte agli Europei di Roma.

La foto della campionessa Linda Cerruti

La nuotatrice artistica ha postato una foto sul proprio profilo Instagram a testa in giù e in una posizione scultorea, quasi a voler simulare uno degli esercizi che abitualmente realizza in acqua. Sullo sfondo il mar Ligure visto dai Bagni Nirvana di Noli, dove l’azzurra era in vacanza.

La 28enne savonese nella rassegna continentale da poco conclusa è stata l’italiana, uomini e donne non fa differenza, in assoluto più medagliata del campionato. Cerruti ha conquistato 8 medaglie, di cui 6 argenti e 2 bronzi. Le è mancata la gioia dell’oro, ma la ligure assieme a Giorgio Minsini, vincitore di 4 ori, ha trascinato la spedizione azzurra. I due hanno portato a casa 12 delle 67 medaglie conquistate dall’Italia.

La denuncia dell’atleta

Ieri, 25 agosto, la campionessa di nuoto artistico ha pubblicato un altro lungo post di sfogo per esprimere tutta la sua rabbia, corredato da alcuni screenshot dei commenti più beceri: ha spiegato di essere “letteralmente basita nonché schifata dalle centinaia, probabilmente migliaia, di commenti fuori luogo, sessisti e volgari che lo accompagnano”.

Ora Cerruti spiega di non volersi fermare: “Voglio far passare il messaggio che non è giusto tacere di fronte a queste situazioni. Se ciascuno, nel suo piccolo, inizia a fare qualcosa, prima o poi queste dinamiche social finiranno”, ha detto in un’intervista a Repubblica.

La foto che rappresenta i suoi sacrifici e il suo sport

La foto con le otto medaglie “l’ho messa per parlare del mio sport e dei miei risultati”, ha detto l’atleta. La posa immortalata da un amico fotografo è diventata bersaglio di molti: “È vergognoso. Mi fa davvero male al cuore leggere quest’orda di persone fare battute che sessualizzano il mio corpo”.

Per giunta la foto non immortalava una posa qualsiasi: “Era l’entrata dell’esercizio singolo al mio primo europeo nel 2010. Una spaccata verticale sulla testa, quella che esibiamo prima che parta la musica e ci si tuffi in piscina”. C’è talmente tanto lavoro dietro a quelle medaglie che chi non è del mestiere può fare fatica a comprendere: “Sveglia alle 5 e in piscina alle 6. Dalle 6 alle 10.30 in acqua poi fino a mezzogiorno palestra. Alle 15 si ricomincia, un’ora di palestra, poi in acqua fino alle 20.30”, spiega sempre Cerruti.

Articoli correlati

Back to top button