CronacaScienza e Tecnologia

Nei mari italiani arriva la pericolosa Caravella Portoghese: bagnante in terapia intensiva a Catania

La Caravella Portoghese arriva in Italia: cos'è e com'è fatta. Una donna sarebbe stata punta a Catania, ora è in ospedale

In Italia ha fatto la sua comparsa la Caravella Portoghese, animale marino con le sembianze di una medusa. In realtà si tratta di un sifonoro, cioè una colonia di polipi e meduse che vive galleggiando sulla superficie dell’acqua ma che ha dei lunghi tentacoli che nasconde in acqua e che possono raggiungere i 30 metri di lunghezza.

La Caravella Portoghese arriva in Italia: cos’è e com’è fatta

La caravella portoghese indopacifica è un idrozoo marino, una delle due specie del genere Physalia insieme a Physalia physalis. Una sacca contenente gas permette di galleggiare, spinta dalle correnti, dalle maree e da una vela situata sopra la sacca. Un solo lungo tentacolo di cnidociti velenosi, sospeso sotto la sacca galleggiante, permette all’animale di catturare le prede.


caravella-portoghese-italia-cos-e-pericolosa


La caravella portoghese indopacifica non è una medusa, bensì un sifonoforo, un animale coloniale formato da piccoli animali specializzati detti polipi, che sono collegati tra loro e funzionano come singoli organi di organismi cellulari, specializzati al punto da dipendere tra loro. È formato da una colonia di quattro polipi e meduse. La colonia consiste in un polipo contenente gas che la tiene a galla (detto anche pneumatoforo) e un gastrozoide, un gonozoide e un dattilozoide. I dattiloidi formano tentacoli che si trovano al di sotto della superficie dell’acqua, individuano e attaccano le prede e le trascinano verso i gastrozoidi (i polipi digestivi), che digeriscono le prede. I gonozoidi sono adiacenti ai gastrozoidi e costituiscono le strutture riproduttive della colonia, rilasciando uova o spermatozoi nell’acqua.

Dove si trova

La caravella portoghese indopacifica è meno distribuita della P. physalis, ma è più comune lungo le coste australiane. È trovata anche nelle acque hawaiane, dove è informalmente chiamata ‘ili mane‘o o palalia. Quest’anno, però, ha fatto la sua comparsa anche in Italia: Catania una bagnante è stata punta dall’animale marino. A spiegarlo è stata Benedetta Stancanelli, primario del Policlinico San Marco: “Sintomi così importanti e lesioni cutanee caratteristiche sulla schiena, sui glutei e sulle gambe lasciano immaginare che si tratti proprio della puntura di una Caravella portoghese”.


caravella-portoghese-italia-cos-e-pericolosa


La caravella portoghese è pericolosa?

Lungo le coste australiane orientali sono riportati trai 10mila ed i 30mila casi all’anno di punture di Physalia e solo 500 circa nelle acque occidentali e meridionali. Diversamente dalla P. physalis, che ha provocato almeno tre vittime a causa delle sue punture, non sono riportate vittime di punture di P. utriculus.

Articoli correlati

Back to top button