Cronaca

Falò contro i collaboratori di giustizia, condannato il figlio del boss Imparato

Castellammare di Stabia, terminato il processo contro Francesco Imparato, figlio del boss Michele, autore del raid dimostrativo in cui il 24enne e altri due amici avevano mostrato uno striscione che inneggiava alla Camorra. Imparato junior è stato condannato a due anni.

Castellammare di Stabia, condannato il figlio del boss Imparato

“Così devono morire i pentiti, bruciati”, era l’inquietante messaggio che accompagnava l’incendio di un manichino impiccato che rappresentava uno dei tanti collaboratori di giustizia che “fanno male” alla Camorra. Per quel gesto Francesco Imparato, figlio del boss Michele, è stato condannato.

La condanna

Francesco Imparato, 24 anni, è stato condannato ieri pomeriggio a due anni e otto mesi di reclusione per istigazione a delinquere aggravata dal metodo mafioso.

Il figlio del boss aveva chiesto, e ottenuto, il rito abbreviato, ma per gli altri due complici, tra una settimana, ci sarà la celebrazione del processo con rito ordinario.

 

Mostra di più

Articoli correlati

Pulsante per tornare all'inizio