Cronaca

Catanzaro, lavapiatti chiede al datore di lavoro di essere pagata: lui la prende a calci

La reazione inaspettata del datore di lavoro

Lavapiatti chiede di essere pagata al datore di lavoro, proprietario di un lido di Soverato, in provincia di Catanzaro ma la sua reazione è inaspettata: la prende a calci, tra le urla e gli insulti. Sul web sta circolando, nelle ultime ore, anche il video shock dell’aggressione.

Catanzaro, lavapiatti chiede paga ma viene presa a calci

Urla, insulti e violenza. Questo avrebbe ricevuto in cambio al posto della sua paga dal gestore di un lido di Soverato. La sfortunata protagonista è una 25enne di origini nigeriane.

La vicenda

La ragazza, assunta come lavapiatti, si è recata in caserma per raccontare che sarebbe stata presa a calci dal proprio datore di lavoro in seguito ad una richiesto di retribuzione delle ore lavorative effettuate. La reazione dell’uomo è stata inaspettata: la prende a calci, tra le urla e gli insulti.

Il video shock

In queste ore è stato diffuso anche il video della violenza, proprio dalla ragazza, sui social. Avrebbe ripreso tutte le fasi dell’ira dell’uomo. Al momento non ha ancora sporto denuncia e non si è recata in ospedale. Inutile dire che il video è diventato presto virale.

“Dove sono i miei soldi?” si sente chiedere nel video. La risposta del titolare è stata netta: “Non ti preoccupare, ci sono gli avvocati e adesso arrivano i Carabinieri, qui è casa mia”. La donna ha poi iniziato a gridare per difendersi. Anche il gestore del lido ha dato la sua versione agli inquirenti ma ci sarebbe il video ad incriminarlo.

Articoli correlati

Back to top button