Cronaca

Doppio suicidio a Forlì, spunta l’ombra della setta “Seguaci del Ramtha” | Cos’è e chi sono i seguaci

Che cos'è e chi sono i seguaci di Ramtha? Cosa sappiamo su questa setta? Tutto quello che c'è da sapere

Marito e moglie si sparano contemporaneamente all’interno di una villetta in provincia di Forlì. Si stende l’ombra di una setta sul doppio suicidio nel Forlivese. I due coniugi ritrovati senza vita in una villa di una frazione di Santa Sofia, erano affiliati ai Seguaci del Ramtha, un gruppo che preannuncia come imminente la fine del mondo. Ma cos’è questa setta? Chi sono i seguaci? Ecco tutto quello che c’è da sapere.

Cos’è e chi sono i seguaci della setta “Seguaci del Ramtha”

Spinello è un posto benedetto, Spinello sopravvivrà alla fine del mondo”. E’ quanto sostengono i seguaci di Ramtha sulla piccola frazione di Santa Sofia, in provincia di Forlì Cesena (poco più di 200 abitanti). Sarabbe questa la setta a cui appartenevano i due pensionati trovati morti ieri sera proprio a Spinello. Le due pistole rinvenute fanno propendere per l’ipotesi del doppio suicidio.

Dal 2001 hanno organizzato qui la loro ‘scuola di illuminazione e antica saggezza’. Alcuni di loro si sono addirittura stabiliti nella piccola frazione appenninica. Negli anni passati, in vista della fine del mondo che sarebbe giunta secondo loro il 21 dicembre del 2012. Per l’occasione si erano fatti costruire bunker sotterranei, facendo addirittura scorte alimentari.

Ma con l’ondata pandemica che ha travolto il mondo e i venti di guerra e minacce nucleari, sono tornate in auge le teorie di un’imminente fine del mondo.

Chi è Ramtha

Ramtha era un guerriero vissuto ai tempi del mito di Atlantide, asceso poi come Maestro e che, dal 1977, parla e insegna la liberazione e la consapevolezza del sé, utilizzando il corpo di una medium americana, JZ Knight.

Ville e bunker nella comunità Ramtha

Negli anni la comunità Ramtha nel paese è andata a comporre una cospicua parte degli abitanti della frazione. I seguaci di Ramtha hanno comprato o costruito ville bellissime, alcuni hanno installato pozzi, cisterne d’acqua da 50mila litri e serre, hanno fatto scorte di legna, acqua, cibo in scatola e lampade a dinamo ma soprattutto si sono fatti scavare bunker sotterranei come rifugio. Sarebbero numerosi quelli presenti in paese lo sanno tutti, ma nessuno può farne un conto esatto.

 

Articoli correlati

Back to top button