Gossip

Chi è Berlino ne La Casa di Carta?

Scopriamo di più sul personaggio di Berlino

Chi è il ladro Berlino ne La Casa di Carta? Chi lo interpreta? L’attore che ricopre il ruolo è Pedro Alonso. Scopriamo di più sul suo personaggio.

Chi è Berlino ne La Casa di Carta?

Chi è Berlino ne La Casa di Carta? L’attore che ricopre il ruolo è Pedro Alonso. Il vero nome del personaggio Berlino è Andrés de Fonollosa. Il personaggio ha alle spalle una lunga carriera nei furti di gioielli, per un totale di circa 27 rapine. Il suo colpo più grande è avvenuto a Parigi, agli Champs-Elysees, dove è riuscito a portar via 434 diamanti. È il fratello maggiore di Sergio Marquina, conosciuto alias Il Professore. La madre di Berlino ha avuto una relazione con un altro uomo e ha poi dato alla luce Sergio. Quest’ultimo, la mente dietro la rapina, assegna al fratellastro il ruolo di capobanda per la rapina alla Zecca di Stato, date le sue qualifiche: è arrogante, narcisista, ha manie di grandezza. Ha il costante bisogno di fare una buona impressione. Manca totalmente di empatia, è dotato di grande loquacità e fascino superficiale, tutti aspetti che ricorrono negli psicopatici. Inoltre ama manipolare gli ostaggi e fare con loro giochetti psicologici.

Ad un certo punto della sua vita, gli viene diagnosticata una malattia che nella serie è denominata miopatia di Helmer (una patologia con tale nome non esiste nella realtà). Da quello che viene raccontato e mostrato, sappiamo che si tratta di una condizione degenerativa che colpisce i muscoli. Non vi è una cura definitiva, ma si può solo trattare la mattia con dei farmaci. Spesso è depresso e alla fine manifesta anche tendenze suicide.

Berlino muore ne La Casa di Carta 2

Il colpo alla Zecca di Stato si conclude alla fine della seconda stagione de La Casa di Carta. Durante l’ultimo giorno, la Polizia decide di irrompere con una squadra speciale, estremamente equipaggiata. I rapinatori cercano di difendersi il più possibile, ma non possono farcela: sono meno numerosi e meno armati. Decidono, dunque, di imboccare il tunnel e procedere con la fuga, portando con sé un miliardo di euro. Qualcuno, però, deve rimanere indietro per far guadagnare loro del tempo. Questo qualcuno è Berlino, che tanto sa di dover morire. Continua dunque a rispondere al fuoco e alla fine ordina ad Helsinki di far saltare il tunnel, contro la volontà del Professore. Una volta chiuso il passaggio, va incontro agli agenti sparando, e viene così neutralizzato da una raffica di colpi. Berlino muore, ma rimane una presenza fissa anche nelle stagioni successive attraverso i flashback. Inoltre, il colpo alla Banca di Spagna attuato nel corso della terza stagione è stato progettato da lui insieme a Palermo ben cinque anni prima la rapina alla Zecca, e lasciato poi in eredità al fratello.

Figlio di Berlino, Rafael

Dalla relazione con la prima moglie, Berlino ha avuto un figlio di nome Rafael, che il pubblico conosce per la priva volta nella parte 1 de La Casa di Carta 5, in una serie di flashback. Il giovane raggiunge il padre e Tatiana (la nuova moglie di Berlino) in Danimarca. È convinto che Berlino voglia riallacciare i rapporti con lui, ma in realtà l’uomo intende principalmente sfruttare le abilità informatiche del ragazzo per una rapina. Nell’attuare il colpo, però, si dimostra disposto a dare degli insegnamenti a Rafael.

Chi Pedro Alonso?

Pedro Alonso nasce nasce a Vigo, una città sulla costa nord-occidentale della Spagna, nel 1972. È conosciuto soprattutto per la serie TV La casa di carta, che gli ha dato un grande successo internazionale, ma l’attore aveva già recitato in molte altre produzioni spagnole. Per continuare la lettura CLICCA QUI.


Perché i personaggi de La Casa di Carta hanno nomi di città?

Articoli correlati

Back to top button