Tv e Spettacoli

Chi è Gianluca Grignani, in gara a Sanremo 2023

Il cantautore Gianluca Grignani torna in gara al Festival di Sanremo: carriera, vita privata, dipendenza, Instagram e social

Amadeus ha annunciato i nomi degli artisti in gara alla prossima edizione del Festival di Sanremo. A tornare in gara ci sarà il cantautore milanese Gianluca Grignani, scopriamo chi è, carriera, vita privata, dipendenza, Instagram e social.

Chi è Gianluca Grignani, in gara a Sanremo 2023

Gianluca Grignani è un cantautore, chitarrista e produttore discografico italiano. Nasce a Milano il 7 aprile del 1972 e cresce in un quartiere periferico, vivendo un’infanzia piuttosto tormentata. Il cantautore ha raccontato di un padre assente ed egoista che difficilmente avrebbe perdonato e di una madre burbera e con la scorza dura.

Inizi e carriera

A soli 17 anni si trasferisce in Brianza (a Correzzana) dove inizia a fare musica, studiando chitarra e scrivendo le prime canzoni. Suona nei locali della sua zone e studia anche presso il CPM Music Institute di Franco Mussida. Per sostenersi economicamente fa un po’ di tutto, lavora come commesso e come muratore ma anche come cameriere e animatore. Suo padre gli fa incontrare l’uomo che gli ha cambiato per sempre la vita, il produttore musicale Massimo Luca. Il talent scout riconosce il suo talento e lo aiuta a proporsi alle case discografiche. La prima etichetta ad accogliere il ventenne Grignani fu la Polygram e nel giro di pochi mesi esplode il suo successo.

Il successo di Sanremo

Grignani arriva a Sanremo Giovani nel 1994 con il brano La mia storia tra le dita. L’anno dopo esordisce nella categoria Nuove Proposte con Destinazione Paradiso. Si classifica solamente sesto tra le nuove proposte, ma ottiene uno straordinario successo. Incide il suo primo album, Destinazione Paradiso, che vende in un solo anno due milioni di copie e lo lancia nel mercato latinoamericano. Vince anche il Telegatto come personaggio rivelazione dell’anno. Dopo l’immediato successo scompare dalle scene e si diffonde la voce che sia morto per overdose. Dopo il periodo di pausa torna con l’album La fabbrica di plastica del 1996. Il disco, dal carattere sperimentale e rock, si allontana dai lavori precedenti spiazzando critica e pubblico.

Si fa vedere poco in tv e scrive canzoni diverse dalle prime, come quelle del disco Campi di Popcorn. Inizia a mostrare il suo carattere scontroso, fumantino e fuori dagli schemi.  Per due volte rifiuta Sanremo e poi ci torna nel 99 con il brano Il giorno perfetto, e nel 2002 con Lacrime dalla luna a cui segue l’uscita dell’album Uguali e diversi, uno dei più venduti. Dopodiché si decida al tour e alla pubblicazione di alcune raccolte.

Nel 2006 torna a Sanremo con Liberi di Sognare, pur non arrivando in finale il brano ottiene un buon successo. Due anni dopo torna all’Ariston  con Cammina nel sole. Il 4 febbraio 2022 è ospite al Festival di Sanremo, dove si duetta con Irama con il suo grande successo La mia storia tra le dita.

La dipendenza dall’ alcool

Il nome dell’artista è spesso associato all’uso di droghe e alcool. Durante l’estate del 2007 viene coinvolto in un’indagine della magistratura denominata «Operazione Paradiso» volta a colpire un grosso giro di spaccio di cocaina, ma tutto ciò lo vede inquisito soltanto in veste di cliente abituale e per “cessione” gratuita. Gli viene ritirata la patente per guida in stato di ebbrezza e nel 2009 durante un concerto si accascia a terra colpito da un malore, forse per i troppi alcolici bevuti. Ammette le sue debolezze nell’album A volte esagero. Nello stesso anno viene arrestato per resistenza a pubblico ufficiale.

Nello stesso periodo compare ubriaco in programmi come Amici o il Capodanno di Canale 5. Grignani non si è mai nascosto, ha sempre ammesso di avere un problema e non ha mai avuto paura di mostrarsi fragile. Questo il suo monologo al programma Le Iene: “La bottiglia di vodka volteggia nella mia mano lungo il soppalco della villa che si affaccia sulla collina di vigneti. Indosso una vestaglia blu – afferma Gianluca nel monologo -La sostanza è nascosta sapientemente in bagno: ogni tanto la vado a trovare, per non cedere a qualcosa che neanche io so cosa è. Il mio augurio per il futuro è quello di avere l’orizzonte davanti e un inferno di fuoco ormai alle spalle”.

Vita privata e social

Gianluca conosce la fotografa Francesca Dall’Olio. I due si innamorano sulla fine degli anni 90 e si sposano nel 2003. Dalla loro unione nascono i figli Ginevra, Giselle, Giosuè e Giona. L’artista ha dichiarato che se si è salvato soltanto grazie all’amore per loro. Grignani e la moglie si separano nel 2020.  Su Instagram, il suo profilo @gianlucagrignaniofficial, conta quasi 200 mila follower.

 

Visualizza questo post su Instagram

 

Un post condiviso da Gianluca Grignani (@gianlucagrignaniofficial)

Articoli correlati

Back to top button