Cronaca

Chieti: esplosione in una fabbrica di munizioni a Casalbordino, almeno 3 vittime

Secondo le prime indiscrezioni ci sarebbero vittime. L'esplosione ha coinvolto la fabbrica di munizioni Sabino Esplodenti Srl

Paura a Casalbordino, in provincia Chieti, dove poco minuti fa si è verificata un’esplosione in una fabbrica di munizioni. Secondo le prime informazioni dei Vigili del Fuoco, che si trovano già sul posto, ci sarebbero vittime mentre i media locali parlano di almeno tre morti.

Esplosione a Casalbordino: in fiamme la Sabino Esplodenti Srl

La tragedia si è consumata nel primo pomeriggio alla Sabino Esplodenti Srl. La notizia è stata confermata a Tgmax dal sindaco Filippo Marinucci: “Sono stato allertato dal prefetto”, riferisce il primo cittadino, “mi sto recando ora sul posto”. Il traffico è bloccato sulla Statale 16, alla rotatoria di località Le Morge di Torino di Sangro, per chi viaggia in direzione sud.

Aggiornamento

L’esplosione è avvenuta in una fabbrica di munizioni (non in una fabbrica di fuochi d’artificio, come appreso in un primo momento) che si trova nei pressi della zona marina”, ha spiegato il primo cittadino. “Ora mi hanno fermato perché stiamo evacuando la zona – ha aggiunto – Confermo che ci sono vittime: mi hanno detto che ci sono tre morti”.

La Sabino Esplodenti è specializzata nel recupero di esplosivi da armamenti dismessi. Come si legge sul sito della società, l’azienda si occupa di demilitarizzare “tutti i tipi di munizionamento convenzionale, bombe di aereo, sistemi d’arma, razzi, mine navali”. Il “95% dei materiali recuperati” dalla demilitarizzazione “viene riutilizzato in campo civile”.

Articoli correlati

Back to top button