Tv e Spettacoli

Cinema, i 10 film più attesi per il 2021

Una buona parte dei film che aspettiamo per il 2021 è composta da quelli che già attendevamo per il 2020 e che sono stati rimandati a causa della chiusura delle sale

Una buona parte dei film che aspettiamo per il 2021 è composta da quelli che già attendevamo per il 2020 e che sono stati rimandati a causa della chiusura delle sale. Le date di uscita ufficiali confermate finora sono suscettibili di possibili slittamenti in avanti, se si rendesse necessario proseguire con la chiusura dei cinema.

I 10 film più attesi al cinema nel 2021

Ecco quali sono:

  1. Diabolik
  2. The Many Saints of Newark
  3. È stata la mano di Dio
  4. Bios
  5. No Time To Die
  6. Free Guy
  7. The French Dispatch
  8. Freaks Out
  9. Dune
  10. Matrix 4

Nel dettaglio, ecco trame, descrizione ed ultime novità.

Diabolik di Marco e Antonio Manetti

È il fumetto italiano degli anni ‘60 per antonomasia, coevo alle rivoluzioni della Marvel ma completamente diverso, giallo e fieramente d’altri tempi. I fratelli Manetti hanno realizzato il secondo adattamento per il cinema della sua storia (il primo è una chicchetta artigianale di Mario Bava) e dalle prime immagini sembra di capire che abbiano mantenuto lo stile retro, il design ingenuo e l’atteggiamento classico.

The Many Saints of Newark di Alan Taylor

Le vicende della famiglia Soprano negli anni ‘60, all’epoca delle rivolte a Newark. È il primo nuovo capitolo nella storia dei Soprano dalla fine della serie nel 2007 ed è un prequel. Ci sono il creatore originale David Chase alla sceneggiatura e Alan Taylor, regista di diversi episodi della serie. In più il giovane Tony Soprano è interpretato dal figlio di James Gandolfini. Per chi conosce I Soprano tutto questo è inutile, conta solo la maniera in cui Chase riuscirà (o non riuscirà) a replicare la scrittura sofisticatissima della serie che ha cambiato le serie.

È stata la mano di Dio di Paolo Sorrentino

Una cosa è sicura: non si parla di Maradona ma degli anni in cui giocava. La storia è ambientata a Napoli e dalle prime immagini che arrivano dal set sembra di capire che il protagonista è un ragazzo che somiglia a Paolo Sorrentino stesso. C’è di mezzo ovviamente anche Toni Servillo.

Bios di Miguel Sapochnik

Robot che scoprono l’umanità. C’è il papà per antonomasia del cinema americano moderno, Tom Hanks, in questa storia ambientata su una Terra post apocalittica, scritta da un esordiente assieme al produttore di Alien e Blade Runner e diretta dal regista di Repo Man (oltre che di diversi episodi di Il trono di spade). È il progetto di fantascienza originale più interessante di cui siamo a conoscenza.

No Time To Die di Cary Fukunaga

È l’ultimo film in cui Daniel Craig interpreta James Bond. Stavolta per davvero (si sono premurati di scrivere la trama in modo che non si possa tornare indietro). Si rincorrono molte voci su cosa accadrà, se aprirà a una nuova era per James Bond, con interpreti diversi in lista per il ruolo, e se chiuderà in modo definitivo le trame aperte.

Free Guy di Shawn Levy

Un bancario scopre di essere un personaggio in un videogioco open world. Sostanzialmente è la storia delle persone che incrociamo giocando a Gta o Cyberpunk 2077. La chiave è comica: c’è Ryan Reynolds che da quando si è scoperto attore demenziale lavora tantissimo. Alla regia l’uomo che ha diretto Una notte al museo.

The French Dispatch di Wes Anderson

Il film, la cui uscita è stata posticipata di un anno (in coincidenza con Cannes 2021), mette insieme storie diverse pubblicate nel corso della vita editoriale di una prestigiosa rivista.

Freaks Out di Gabriele Mainetti

Il primo vero grande progetto di blockbuster d’azione italiano si è scontrato con ritardi, una postproduzione infinita e il Covid-19. Gabriele Mainetti, dopo Lo chiamavano Jeeg Robot, ha lavorato anni a questo film e il trailer sembra promettere. Doveva uscire a Natale, ora è rimandato a data da destinarsi.

Dune di Denis Villeneuve

Se le proteste del regista non avranno successo, vedremo questo film uscire in sala e in streaming contemporaneamente. Eppure la seconda versione per il cinema dei romanzi di Herbert è stata pensata per essere uno spettacolone gigante per il grande schermo, un’impresa magnifica che punta ad arrivare lì dove il film di David Lynch non arrivò.

Matrix 4 di Lana Wachowski

Si sa che ci saranno dei viaggi nel tempo anche se il film si svolge dopo gli eventi della trilogia; che buona parte del cast originale è coinvolto (ma non Lawrence Fishburne, quindi niente Morpheus, almeno nella sua versione anziana); che ci saranno anche Jada Pinkett Smith e Neil Patrick Harris; che lo stile visivo sarà diverso da quello della trilogia.

Articoli correlati

Back to top button