Cronaca

Clima: il 2020 è stato l’anno più caldo a livello mondiale

A pari merito con il 2016 e in linea con l'andamento degli ultimi anni

Il 2020 è stato l’anno più caldo mai registrato a livello mondiale. Ad annunciarlo è Copernicus Climate Change Service, il programma di osservazione della terra dell’Unione europea che diffonde i nuovi dati nella Giornata Mondiale della Terra. Il 2020 ha fatto registrare 1,25 °C in più rispetto al periodo preindustriale, proprio come avvenne nel 2016.

Giornata mondiale della terra: il 2020 l’anno più caldo d’Europa

Inverno e autunno da record, i più caldi mai registrati in Europa: in particolare, l’inverno europeo ha stabilito un nuovo record superando di oltre 3,4 °C la media del periodo 1981-2010, superando di circa 1,4 °C il record precedente. Eccezionalmente calda l’Europa nord-orientale con le temperature che hanno superato di quasi 1,9 °C il record precedente. Durante l’inverno, le temperature massime e minime in questa regione hanno superato, rispettivamente, di 6 e 9 °C la media 1981-2010. Insomma, il rapporto sullo stato del clima in Europa traccia una chiara e continua tendenza al riscaldamento.

Riscaldamento globale a livello mondiale

A livello globale, il 2020 è stato uno dei tre anni più caldi mai registrati, così come gli ultimi sei anni. In particolare, le temperature medie degli ultimi cinque anni sono le più alte mai registrate, con 1,2 °C sopra la media del periodo 1850-1900. Temperature annuali superiori alla media si sono verificate nella Siberia settentrionale e nelle parti adiacenti dell’Artico, dove hanno superato la media di ben 6 °C. Temperature inferiori alla media, invece, nel Pacifico equatoriale ma per effetto de La Niña, nella seconda metà dell’anno.

Concentrazioni di CO2 e CH4 nel 2020

E sempre nel 2020, le concentrazioni globali di anidride carbonica (CO2) e metano (CH4) hanno continuato ad aumentare. Stime preliminari dai dati satellitari indicano che le concentrazioni di CO2 sono aumentate dello 0,6% durante l’anno e quelle di CH4 di quasi lo 0,8%. I dati mostrano anche che le concentrazioni atmosferiche di gas serra per il 2020 erano alla loro media annuale globale più alta, secondo le rilevazioni satellitari Cams avviate dal 2003. Le misurazioni terrestri mostrano una tendenza al rialzo costante.

L’analisi preliminare indica che la CO2 è aumentata a un ritmo leggermente inferiore rispetto agli ultimi anni, mentre il CH4 è aumentato più rapidamente che negli ultimi anni. Indica inoltre che questi cambiamenti sono una combinazione di effetti tra cui lievi riduzioni delle emissioni indotte dall’uomo durante i blocchi Covid-19 e maggiori flussi sulle superfici terrestri associati a temperature calde e che influenzano le fonti di CO2 e di CH4.

Leggi anche:

Articoli correlati

Back to top button