Lavoro

Come gestire gli Straordinari?

Quando si parla di Lavoro Straordinario si fa riferimento alle ore lavorative che eccedono il tetto di ore settimanali stabilite dal contratto

Gestire le ore di lavoro straordinario può essere un’operazione lunga e complessa, soprattutto nel caso di aziende di grandi dimensioni. Per gestire al meglio queste situazioni, e quindi calcolare le ore di lavoro extra che devono essere inserite nella busta paga dei dipendenti, è possibile ricorrere a delle soluzioni innovative come i Marcatempo Fissi o Portatili e i Software di Rilevazione delle Presenze.

Questi due strumenti, sia presi singolarmente che utilizzati in combinazione tra loro, hanno il vantaggio di rendere il calcolo delle ore di lavoro straordinario più facile e veloce.

Ore straordinarie: cosa sono e quando sono consentite

Quando si parla di Lavoro Straordinario si fa riferimento alle ore lavorative che eccedono il tetto di ore settimanali stabilite dal contratto. In molti casi questo tetto è fissato a 40 ore di lavoro settimanali, ma può variare a seconda del CCNL e dei singoli contratti. Bisogna infatti ricordare che esistono delle eccezioni tra i diversi contratti lavorativi, come ad esempio nel caso di alcuni contratti collettivi che fissano a 36 le ore massime di lavoro settimanale; in questo caso si parla di ore di lavoro supplementari fino al raggiungimento delle 40 ore massime e di ore straordinarie solo una volta superato il limite. Un’altra eccezione è poi rappresentata dai contratti di lavoro definiti multiperiodali, vale a dire contratti in cui le ore di lavoro sono variabili di settimana in settimana.

Va infine sottolineato come non sia possibile accumulare oltre 250 ore di lavoro straordinario in un anno e come il lavoro straordinario sia consentito solo in casi particolari quali situazioni di forza maggiore o esigenze produttive particolari.

Retribuzione Lavoro Straordinario

Oltre a fornire una definizione di lavoro straordinario è altrettanto importante toccare il tema della retribuzione di tali ore di lavoro extra. In linea di massima lo straordinario viene calcolato in modo separato dalle ore di lavoro normali attraverso l’aggiunta delle maggiorazioni retributive, percentuali calcolate in base al periodo del giorno in cui viene effettuato lo straordinario, come ad esempio i giorni festivi oppure la notte.

Proprio come avviene per il calcolo delle ore extra, anche nel caso della retribuzione è necessario tener conto delle differenze esistenti tra i diversi contratti. In genere il CCNL prevede una retribuzione del 15% in più per le prestazioni lavorative tra 41 e 48 ore settimanali e una del 20% in più per le prestazioni lavorative superiori alle 48 ore alla settimana. A questi possono poi aggiungersi anche casi specifici e particolari come, ad esempio, i riposi compensativi che rientrano nella banca delle ore o gli importi forfettizzati.

Software Rilevazione Presenze e gestione degli straordinari

I Marcatempo e in generale i Sistemi di Rilevazione delle Presenze rappresentano un valido aiuto quando si tratta di gestire le ore di lavoro straordinario.

Nello specifico i Marcatempo sono dei dispositivi che permettono di registrare in modo preciso e senza errori umani le ore di entrata e di uscita dei lavoratori, sia che si trovino in sede sia che si trovino in trasferta. I modelli di Marcatempo disponibili sul mercato sono essenzialmente due: i Marcatempo Fissi, che funzionano avvicinando il badge al dispositivo e quindi si basano sulla prossimità, e i Marcatempo Portatili, che sono invece lo strumento più indicato per i dipendenti fuori sede. I Marcatempo portatili in particolare sono dotati di un ricevitore GPS che consente di trasferire e trasmettere i dati attraverso la tecnologia di localizzazione GPRS.

Questi dispositivi possono infine essere abbinati a dei software di rilevazione delle presenze come Powerweb, un sistema che si occupa sia di raccogliere i dati relativi alle presenze e alle ore di lavoro dei dipendenti che di renderne più facile l’organizzazione e la consultazione da parte del personale abilitato.

Articoli correlati

Back to top button