Curiosità

Come pulire il forno secondo gli esperti

La pulizia del forno è uno dei lavori di cucina che più impaurisce: richiede di strofinare, di chinarsi e di usare prodotti speciali

La pulizia del forno è uno dei lavori di cucina che più impaurisce. In genere richiede di strofinare, di chinarsi e di usare prodotti speciali adatti ad un elettrodomestico che scalda e in cui va posizionato del cibo.

Non c’è da stupirsi se la maggior parte delle persone rimanda fino a quando non ha scelta, cioè fino al momento in cui esce fumo dallo sportello oppure quando il forno non funziona più adeguatamente.

Sappiamo che questo è un tasto dolente e abbiamo deciso di realizzare una guida passo passo per semplificarvi la vita.

Per fornirvi i migliori consigli su come pulire il forno abbiamo chiesto aiuto agli esperti di elettrodomestici del centro Assistenza AEL (se vi occorre aiuto con il vostro forno o altro elettrodomestico potete contattarli al sito assistenza-ael.it) che ci indicheranno i migliori suggerimenti su come si pulisce il forno per mantenerlo funzionante a lungo.

Perché il forno si sporca

Ciò che rende un forno così difficile da pulire non sono sempre gli schizzi, ha spiegato Enrico di AEL, ma piuttosto i grassi che evaporano ad ogni utilizzo, attaccandosi a tutte le superfici. La prassi ideale sarebbe quella di pulire il forno dopo ogni utilizzo intensivo (quando cucinate uno splendido arrosto oppure delle sugose lasagne ad esempio) con un po’ di acqua e sapone, in questo modo sarà più facile eseguire le operazioni di pulizia ordinarie senza dover usare troppo olio di gomito.

Cosa occorre per la pulizia

  • Detersivo per piatti non tossico e senza profumo, mescolato con parti uguali di acqua: Il detersivo per piatti è uno sgrassante, e aiuta a rimuovere grassi e oli ostinati
  • Un flacone spray: evaporare la soluzione precedentemente creata rende più facile ricoprire l’interno del forno con la giusta quantità di sapone
  • Panni in microfibra: hanno un’aderenza tale da aiutare a rimuovere lo sporco anche quando sono asciutti
  • Spugne non abrasive: per una pulizia più intensa ma non troppo aggressiva

Quanto tempo ci vuole per pulire il forno?

Per pulire adeguatamente il forno eliminando ogni traccia di macchie bruciate e grasso ci vorranno dai 20 ai 50 minuti per la fase di pre-pulizia (dove spruzzerete il sapone con l’acqua e lascerete ammorbidire il grasso, più almeno 15/20 minuti di pulizia attiva.

Pulizia step by step

Se il vostro forno ha la funzione di autopulizia usatela! Questo ridurrà le operazioni di pulizia di oltre la metà, permettendovi di detergere le superfici del forno ancora più facilmente.

Ecco cosa fare per pulire al meglio il vostro forno:

  1. Lasciate riposare il liquido per almeno 20 minuti (nei punti più difficili, stendete uno straccio o un tovagliolo di carta inumidito con la miscela di sapone). Se il vostro forno è piuttosto sporco (e non avete una funzione di autopulizia), rimuovete gli stracci imbevuti e riscaldate il forno, che aiuta a sciogliere le macchie più incrostate. Lasciate che il forno funzioni a 250 gradi Fahrenheit per due ore, quindi lasciatelo raffreddare fino a poterne toccare comodamente l’interno.
  2. Rimuovere le rastrelliere. Potreste anche pensare di rimuovere lo sportello del forno per facilitarne l’accesso, così da semplificarvi le operazioni di pulizia.Date un’altra leggera spruzzata alle pareti e allo sportello con la miscela di detersivo per piatti.
  3. Pulite completamente il forno con uno straccio umido. Eliminate tutte le impurità e pulite bene lo straccio sotto l’acqua corrente più volte.
  4. Nei punti in cui sono rimaste macchie e croste, spruzzate leggermente altro sapone o usate lo straccio per applicarlo leggermente sulle pareti.
  5. Una volta eliminate le macchie ostinate, sciacquate i ripiani e le griglie del forno nel lavandino; se necessario lasciateli a mollo in acqua calda e sapone per far sciogliere il grasso, quindi asciugateli e rimetteteli a posto. Inserite nuovamente lo sportello e date anche a lui una bella lavata.

Cosa non fare al forno

  • Graffiare con delle spugne abrasive e aggressive. Le polveri detergenti e le spugnette lasciano facilmente dei segni. Usando invece delle spugne non abrasive o quelle in materiale non graffiante potrete pulire il forno senza preoccuparvi di rovinare le pareti antiaderenti.
  • Usare troppa acqua saponata, poiché l’acqua potrebbe scivolare fuori dal forno e sporcare più del dovuto, accedendo a fori e intercapedini difficili da ripulire.

 

Articoli correlati

Pulsante per tornare all'inizio