Cronaca

Comparsa una nuova isola nell’Oceano Pacifico: la scoperta

Dove si trova la nuova area emersa improvvisamente

È comparsa nell’Oceano Pacifico una nuova isola. La nuova terra emersa è di origine vulcanica. La Nasa sostiene che le profondità oceaniche nascondano ancora numerosi segreti e misteri. Ed è proprio l’Osservatorio della Terra della NASA ad aver parlato di una nuova isola spuntata all’improvviso nell’oceano.

Comparsa una nuova isola nell’Oceano Pacifico

La nuova isola è comparsa nell’area a Sud Ovest dell’Oceano Pacifico. La nuova area emersa all’improvviso dal fondo del mare non è altro che la conseguenza di alcune eruzioni vulcaniche che avvengono sotto il livello del mare, in una zona in cui è presente una montagna sotto l’oceano, chiamata Home Reef.

Chi vuole saperne di più sulla località deve considerare che questo luogo si trova nell’area tra la Nuova Zelanda e Tonga.

Una formazione di origine vulcanica

Proprio la NASA è riuscita a riprendere ciò che è successo, grazie all’Operational Land Imager-2. In una prima fase, secondo le stime portate avanti dagli scienziati della NASA, si pensava che l’estensione di questa nuova isola appena sorta nell’Oceano Pacifico corrispondesse a circa 4.000 metri quadrati.

In realtà dopo appena una settimana di tempo la grandezza della terra appena emersa è aumentata, raggiungendo i 25.000 metri quadrati.

Quella presa in considerazione dagli esperti della NASA è un’area che è molto conosciuta per la particolare conformazione delle placche tettoniche. Si tratta in particolare di tre placche sovrapposte, tra le quali possiamo ricordare la placca più grande del nostro pianeta, quella del Pacifico, che si trova al di sotto delle altre in un movimento graduale.

Tutto questo non fa altro che creare le condizioni per un’area dal potere vulcanico molto intenso, che potrebbe dare vita, appunto, anche alla formazione di pezzi di terra emersa.

In realtà non sappiamo quanto durerà la nuova isola che si è formata nel Pacifico, considerando che queste formazioni di origine vulcanica spesso non hanno una grande durata nel tempo. Gli scienziati, comunque, continueranno di certo a monitorare ciò che accadrà anche in questa zona dell’oceano.

Articoli correlati

Back to top button