Cronaca

Sesso con minori, condanna a 5 anni in appello per il “disturbatore” Gabriele Paolini

Produzione di materiale pedopornografico e tentata violenza sessuale: per questi reati è stata confermata la condanna a 5 anni per Gabriele Paolini, la sentenza è stata emessa dai giudici della V sezione penale del Tribunale di Roma.

Confermata in appello la condanna per Gabriele Paolini

 

I fatti risalgono al 2013, Paolini era stato accusato di rapporti con minorenni in cambio di denaro e regali, i reati contestati sono produzione di materiale pedopornografico e tentata violenza sessuale.

La vicenda

Secondo la Procura quattro italiani e uno romeno avrebbero subito le attenzioni di Paolini, che li avrebbe adescati tramite internet e poi li avrebbe filmati in un garage. Nell’ordinanza di arresto il gip scriveva che il “disturbatore televisivo” aveva messo in atto nei confronti dei ragazzini un “insistente tentativo di persuasione, pur a fronte delle palesi resistenze oppostegli, con modalità espressive di reiterata e collaudata tecnica di induzione.

Articoli correlati

Back to top button