Fase 2, Conte avvisa: “Non si può fare di più, rischio riesplosione focolai è concreto”

coronavirus-fase-2-diretta-premier-conte

Conte e la fase 2 sul coronavirus: "Rischio riesplosione focolai concreto". Alle banche il premier ha chiesto "un atto d'amore

Giuseppe Conte fa il punto sulla fase 2 dell’emergenza coronavirus. Il premier, a Lodi, ha sottolineato che “Il rischio di contagio di ritorno o riesplosione dei focolai è molto concreto ed è la ragione che ci spinge ad adottare sì un allentamento delle misure ma con prudenza”.

Conte e la fase 2 sul coronavirus

“Il governo non può fare di più sull’allentamento del lockdown da coronavirus. Abbiamo fatto qualche passettino in avanti, per qualcuno non è sufficiente ma non possiamo fare di più. Sono il primo che vorrebbe allentare le misure però per adesso dobbiamo ancora procedere così”.

L’appello alle banche

Alle banche il premier ha chiesto “un atto d’amore affinché eroghino liquidità alle imprese che hanno bisogno”.


Tutte le notizie sul coronavirus

Il sito del Ministero della Salute

TAG